Studentessa trovata priva di vita dalla coinquilina

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Urbino, 4 novembre 2014 – E’ stata trovata priva di vita, ieri mattina, in un appartamento in affitto in via Pellipario una studentessa di 28 anni. La giovane, originaria di Ariano Irpino, in Provincia di Avellino, era una studentessa di Sociologia e lavorava per mantenersi agli studi: ieri mattina, attorno alle 11,30 è stata la coinquilina della 28enne ad accorgersi della tragedia che era avvenuta nell’appartamento che le ragazze condividevano in via Pellipario 56; la ragazza, dopo la scoperta, è uscita in strada per cercare aiuto. Il corpo della studentessa era senza vita.

Inizialmente qualcuno aveva pensato che potesse essere stato un malore, ma poi è emersa chiaramente la volontà di suicidio, visto che la ragazza si era avvolta la testa in un sacchetto di plastica, trovando la morte per soffocamento. Lo strazio di una vicenda così atroce, con protagonista una ragazza che aveva ormai ad Urbino una sua vita, amici e conoscenti, ha sconvolto tante persone.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri di Urbino per i rilievi: alle 12,30 circa il corpo della giovane è stato prelevato e trasportato nella camera mortuaria dell’ospedale di Urbino. Il medico legale è eseguito l’ispezione cadaverica ma sul corpo non sono stati trovati altri segni di violenza: fino a ieri sera, quindi, era stata esclusa l’ipotesi di eseguire l’autopsia.



 

Precedente Ascoli ricorda 4 avieri Tornado morti Successivo Morto in comunità Domani i funerali