Sveglia all’alba in un giorno di pioggia, poi ‘gratta’: operaio vince 500mila euro

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Maiolati Spontini (Ancona), 12 settembre 2014 – Gratta prima di andare in fabbrica e vince mezzo milione di euro. Quella che sembrava una normale giornata di lavoro con la solita sveglia all’alba e per giunta piovosa è divenuta la sua giornata più fortunata. Sono le 6,20, come ogni mattina Mario (il nome è di fantasia) è sceso al bar vicino casa per ordinare il solito caffè: “Dammi anche un gratta e vinci va’ oggi” ha detto al titolare Dimitri Orletti prima di riprendere l’auto e recarsi in fabbrica. Mai immaginando che invece che di lì a poco sarebbe tornato a casa da sua moglie e i suoi tre figli, saltando per la gioia. L’operaio, 50enne di Moie, gratta il ‘Miliardario’ da 5 euro e ne vince 500mila, sì proprio il vecchio miliardo di lire. E’ accaduto ieri mattina al bar ricevitoria tabacchi in via Risorgimento a Moie.

Mario, la cui identità è rigorosamente top secret, è un cliente abituale ma non così spesso acquista ‘Gratta e vinci’. “Con il fortunato ci conosciamo da quindici anni quando ho aperto l’attività – riferisce il titolare -. Io stesso ci scherzavo perché non vinceva mai nemmeno dieci euro. Mentre i suoi amici ogni tanto vincevano 50, 100 euro con i vari ‘Gratta e vinci’. Era diventata una battuta tra di noi, gli proponevo anche di sfregare il biglietto sulla schiena degli altri che avevano vinto prima di grattarlo, per avere finalmente un po’ di fortuna. Così stamattina (ieri, ndr) lui non credeva ai suoi occhi. Mi ha mostrato il biglietto chiedendomi più volte di accertare che su quel 15 grattato al primo colpo ci fosse davvero scritto 500mila euro. Io neanche credevo a quello che avevo davanti. Ho grattato ancora meglio mentre lui diventava bianco in viso. Non mi era mai capitato e mi son venuti mille dubbi nonostante fosse chiara la scritta. Quando, dopo parecchio abbiamo concluso che i nostri quattro occhi non si sbagliavano, lui ha preso a saltare ed abbracciarmi. Una gioia mai vista”.



Precedente Spaccata al ‘Moby Dick’ per rubare gelato e patatine Successivo Terrazza dei Popoli, i cani possono tornare sul prato. Ma col guinzaglio