Tagli, il Ministero salva il distaccamento Polstrada di Amandola

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Amandola (Fermo), 10 settembre 2014 – La sottosezione della polizia stradale di Amandola è salva. Lo ha ufficializzato ieri mattina il ministero dell’interno, che ha depennato quello della comunità montana dalla lista dei posti di polizia da eliminare. Grande soddisfazione per tutta la gente del territorio e per coloro che si sono battuti fino alla fine, in primis il sindacato di polizia Consap. «Ho appreso la notizia nel primo pomeriggio di ieri — spiega il segretario provinciale del Consap Amedeo Cerqua—quando mi ha telefonato il nostro segretario nazionale Giorgio Innocenzi, annunciandomi che nell’elenco delle sezioni di polizia da tagliare non c’era più quello di Amandola».

Dunque il ministero dell’interno ha capito le esigenze del territorio e ha tenuto conto della necessità di non abbandonare in balìa della microcriminalità l’intera comunità della zona montana. «Ci siamo sempre battuti per mantenere questo posto di polizia—aggiunge Cerqua—anche quando gli altri sindacati dicevano che ormai non c’era più niente da fare». «NOI INVECE non abbiamo mollato, abbiamo effettuato una raccolta firme e l’abbiamo recapitata direttamente al ministero — aggiunge Cerqua —. Seppur contro corrente, abbiamo capito che la strada da percorrere era quella giusta durante l’incontro con il vice capo della polizia, il prefetto Alessandro Marangoni, che aveva il documento sottoscritto da migliaia di cittadini del Fermano sulla sua scrivania e che ci ha detto di averne inviata una copia anche al ministro Alfano. La battaglia è stata vinta e per questo dobbiamo anche ringraziare il sindaco di Amandola Adolfo Marinangeli e il presidente della Provincia Fabrizio Cesetti, i quali hanno sempre lottato al nostro fianco».



Precedente Flagship store Poltrona Frau a Shangai Successivo Scontro sulla statale, un giovane si ribalta in auto