Tartaruga liberata in mare, era stata curata per mesi

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli, 29 maggio 2015 – Con l’ausilio del personale del Primo Nucleo Subacquea Guardia Costiera di San Benedetto del Tronto, sulla spiaggia libera antistante la sede dell’Università di Camerino sul lungomare Scipioni di San Benedetto del Tronto, ha avuto luogo la liberazione di un esemplare di tartaruga marina “Caretta caretta” organizzata dalla Riserva Naturale Sentina e dal Centro di Educazione Ambientale “Torre sul Porto”.

Si tratta di un esemplare che questo inverno è stato rinvenuto in difficoltà e quindi soccorso da un peschereccio della marineria di San Benedetto del Tronto. L’esemplare in questione è stato curato e tenuto in osservazione presso la sede locale dell’Università di Camerino, struttura fondamentale della “Rete Regionale per la Conservazione delle Tartarughe Marine”.

Alla liberazione hanno partecipato alcune classi di istituti primari della città, che avranno la possibilità di assistere ad un importante evento di sensibilizzazione ambientale.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Sala, 1,9 mln visitatori dato realistico Successivo Estorsione aggravata, in manette due fratelli ventenni