Tenta di violentare la ex, arrestato imprenditore

L’uomo, che non si voleva arrendere alla fine della relazione, ha avvicinato la donna nel parcheggio dell’Auchan: lì l’ha palpeggiata fino alle parti intime e poi ha provato a spogliarla. Ma la vittima è riuscita a fuggire

di Tiziana Petrelli (IL RESTO DEL CARLINO)

Violenza sulle donne

Fano (Pesaro-Urbino), 29 gennaio 2013 – Non si voleva arrendere alla fine della relazione con quella fanese che non lo voleva più. E così un imprenditore 51enne di Ancona l’ha perseguitata per mesi finché non ha provato a prendersi con la forza quello che la donna non gli dava più per amore. E così i carabinieri di Fano, guidati dal capitano Cosimo Petese, hanno fatto scattare ai suoi polsi le manette. L’uomo, sposato, deve rispondere dei reati di “violenza privata, violenza sessuale e atti persecutori”. Era durata un anno la relazione sentimentale con una 40enne di Fano che ad un certo punto non ne ha più voluto sapere di lui. Ma l’uomo, un anconetano, non voleva rassegnarsi da da dicembre continuava a pedinarla e seguirla, più e più volte. Finché qualche settimana fa non l’ha avvicinata nel parcheggio dell’Auchan cercando di infilarle le mani dappertutto: l’ha palpeggiata spingendosi fino alle parti intime e ha tentato di spogliarla spingendola in macchina nonostante lei opponesse resistenza. Ma lei è riuscita a scappare ed è andata subito a sporgere denuncia dai carabinieri che l’altro giorno, dopo una serie di indagini, sono andati ad arrestarlo a casa.

Tiziana Petrelli

sondaggio-elezioni1

_____________________________________________________________________________________________


Libero-Subito

Precedente Pesaro, risarcimento raddoppiato per i naufraghi della Concordia Successivo S'inventa un blog sulla città ed è boom di contatti