Tentata estorsione on line, chat trappola, poi il ricatto hard

ricatto chat

IL BORGHIGIANO IL BLOG DI FABRIANO E DELLE MARCHE –  Il 15 giugno scorso l’ivoriano si era spacciato per una donna con il falso nome di “Marcella Caro” nel corso di una conversazione in internet, in una chat sul social network “Lovoo”.  Ieri pomeriggio i carabinieri, a conclusione di articolate indagini tecniche, hanno denunciato un uomo per tentata estorsione. L’ivoriano di 50 anni, residente a Novara, è accusato di tentata estorsione ai danni di un giovane di 29 anni residente a Polverigi. E’ riuscito a carpire la fiducia della vittima facendosi trasmettere delle foto in costume appropriandosene e senza più restituirle né cancellarle. Poi sfruttando il falso nome femminile ha tentato di estorcere al giovane di Polverigi circa 10 mila euro, richiesta poi scesa a 500 euro, minacciando di pubblicare le foto e inserirle in un sito erotico. Il giovane di Polverigi però non ha aderito alle richieste estorsive denunciando i fatti alla Stazione dei carabinieri di Osimo facendo scattare le indagini durate alcuni mesi e che attraverso la ricostruzione di percorsi utilizzati via internet e, grazie anche alla collaborazione dei gestori telefonici, hanno permesso di identificare il malfattore e di recuperare le foto della vittima. Notizia riferita dal Corriere Adriatico

http://www.corriereadriatico.it/ancona/polverigi_tentata_estorsione_on_line_chat_trappola_poi_ricatto_hard-1575314.html

credit foto by http://gazzettadimantova.gelocal.it/ 

Precedente Pronto il campo in terra rossa dentro l’AdriaticArena Successivo Ricatto hard in chat, Marcella era un uomo