«Testa alta e pedalare», la nuova vita di Daniele Elia dopo il dramma

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Macerata, 2 febbraio 2015 – «La mia famiglia la mia forza, i miei angeli la mia luce, tutti voi il mio coraggio. E ora testa alta e pedalare. Grazie a tutti infinitamente». Sono le parole affidate a Facebook da Daniele Elia, il tifoso della Maceratese e titolare della pizzeria Zerolievito in viale don Bosco, che ha perso tre dita a causa dell’esplosione di un petardo durante il derby di una settimana fa con la Civitanovese. Il giovane è tornato a casa dopo essere stato ricoverato per sei giorni all’ospedale regionale di Torrette. La pizzeria va avanti grazie al lavoro del padre e di altri familiari. Lui, Daniele, deve ora cominciare una nuova vita, nella quale non gli mancano certo la spinta, la vicinanza e l’affetto di tantissime persone, come dimostra la pioggia di messaggi d’incoraggiamento che gli sono giunti proprio su Facebook. «Sarà dura, ma con forza e determinazione ce la farai di sicuro», gli scrive per esempio uno degli amici che hanno accolto con gioia infinita il suo ritorno. Nel frattempo, continuano gli accertamenti da parte della Questura per stabilire l’esatta dinamica di quanto accaduto all’Helvia Recina, soprattutto per capire chi abbia introdotto allo stadio il petardo poi esploso tra le mani di Daniele e chi gliel’ha passato.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Metropolitan Building, definitiva la condanna di Fioretti Successivo Entrano in casa e rubano un'auto Ladri fuori strada durante la fuga