Testata a Del Fabro nella rissa finale a Pescara. «E’ stato Lapadula»

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli, 27 febbraio 2016 – «E’ stato Lapadula». Nessun ha dubbi nello spogliatoio dell’Ascoli: il bomber del Pescara è il colpevole della testata al difensore bianconero Del Fabro dopo la fine della sfida all’Adriatico.

E il primo accusatore del peruviano è ovviamente proprio Del Fabro, che ha lasciato il campo con il volto sanguinante e ha chiuso la serata all’ospedale Mazzoni, dove i medici gli hanno praticato quattro punti di sutura. Lapadula, dunque. C’è lui al centro della rissa che ha trasformato in una corrida i titoli di coda di Pescara-Ascoli. Ancora lui, il bomber che segna sempre ma contro l’Ascoli non vince mai.

Nemmeno quando credeva di aver vinto, cioè il 2 maggio a Savona. Festeggiò la promozione conquistata con il Teramo e si fece fotografare con le olive ascolane a forma di B. Poi però è andata come è andata. Sarà un caso che proprio nei giorni scorsi sia andato a pranzo con Vivarini, l’allenatore del Teramo. Sta di fatto che stavolta aveva un’altra occasione per vendicarsi sportivamente dell’Ascoli (dopo aver fallito la chance dell’andata), e invece si è vendicato con una testata.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Ambrosini esce da Villa Marina: "Entrano imprenditori bolognesi" Successivo Vince 91mila euro in gettoni d'oro ai pacchi di Insinna