Topi d’auto: raid in corso Garibaldi. Vetri in frantumi, sparito portafogli

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Civitanova Marche (Macerata), 2 marzo 2016 – Si alza per andare nel negozio che gestisce nella zona centrale della città e trova il finestrino laterale della sua Renault infranto. Vandalismo, soltanto vandalismo, visto che all’interno della macchina non c’era niente che potesse attrarre le attenzioni di qualche lestofante. Teatro della bravata è stato corso Garibaldi.

È successo l’altra notte, ma non si tratta di un episodio isolato. La notte precedente, analoga fine hanno fatto alcune auto parcheggiate lungo la vicina via Cavour e nei dintorni. Lì l’ultima vittima è stato Thomas L.S., gestore di un’importante birreria-paninoteca. L’auto era parcheggiata davanti all’esercizio commerciale, vigilato da una telecamera di sorveglianza installata per controllare lo spazio esterno alla paninoteca.

Sfortuna ha voluto che l’auto fosse parcheggiata qualche metro più in là rispetto all’area inquadrata dalla telecamera. Ora spera che a catturare le immagini del balordo di turno siano state le telecamere che controllano l’area esterna al «Donoma», installate dai gestori su richiesta dell’Amministrazione comunale, perché facessero da deterrente all’eccessiva esuberanza di certi clienti, che all’alba escono dalla discoteca non proprio in punta di piedi. Il gestore del pub spera che quelle telecamere riescano a dire qualcosa di più.

Sempre che funzionino. Pare infatti che abbiano qualche problemuccio e trovino difficoltà di collegamento nella rete, e che anche le immagini non siano un esempio di chiarezza. L’uomo ha denunciato il fatto ai carabinieri della Compagnia di Civitanova e lo esporrà anche al comando della polizia municipale, come prassi richiede. Ed è bene che la prassi sia nota a tutti. Il sistema di videosorveglianza, infatti, è sotto il controllo della polizia municipale, che può prendere visione delle immagini solo su richiesta degli uomini dell’Arma. Senza denuncia, perciò, nessuna speranza di venire a capo del vandalismo e di individuare i suoi eroici protagonisti.

Ma l’uomo non è il solo ad avere fatto i conti con i ladri. L’altra sera infatti, sempre in corso Garibaldi, ignoti hanno spaccato il finestrino di una macchina per rubare un portafoglio che era stato lasciato dalla proprietaria all’interno dell’abitacolo. La vittima dei danni e del furto è una donna che vive da quelle parti. Aveva lasciato l’auto, una Toyota Yaris, parcheggiata sotto la sua abitazione e qualcuno deve essersi accorto della presenza del portamonete, così ha mandato in frantumi il vetro laterale per arraffare il bottino. Non è stato l’unico danneggiamento che si è verificato nella zona in questi ultimi giorni. Dell’episodio si stanno interessando i carabinieri della Compagnia di Civitanova, che indagano nel mondo della tossicodipendenza.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Ristoranti, bar, tabaccherie e abitazioni: raffica di furti nella notte Successivo 'Un schers da prét' anche per l'attore: resta afono in scena