Torna il ‘Congresso delle befane’, ecco tutti gli appuntamenti

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fermo, 5 gennaio 2016 – Torna il tradizionale appuntamento con il congresso internazionale delle befane, un evento grande che si rinnova domani a partire dalle 15,30.

L’edizione numero venti del congresso si apre con le Befane Riù che animeranno dapprima lo spazio di piazzale Azzolino con molti giochi e laboratori del riuso, per la gioia di bambini, genitori e nonni.

Dalle 18,30, poi, si trasferiranno nella centrale Piazza del Popolo per la tradizionale discesa delle befane del Cai dal palazzo comunale.

I centri sociali che parteciperanno alla tradizionale manifestazione della Befana, organizzata come sempre dall’assessorato ai Servizi Sociali, sono: Santa Petronilla, con i laboratori della Befana (in collaborazione con la Ludoteca Riù); Santa Caterina, con il gioco della campana; San Tommaso Lido di Fermo, con il gioco dei biliardini e giochi da tavolo; Villa Vitali con il gioco dei palloncini coreografici; Centro storico, con il gioco del tiro in porta; San Marco, con il gioco dei trucca bimbi; San Girolamo e Montone con il gioco della corsa dei sacchi ed il tiro della fune; Tirassegno con il gioco del tiro alla befana; Salvano con il gioco del tarallo; Marina Palmense con il gioco «chi rompe trova»; Campiglione, con il gioco 1, 2, 3…stella; Ete Caldarette, le cui Befane, per tutto il pomeriggio, sulla pista di ghiaccio in piazza del Popolo volteggeranno in simpatiche piroette e scatteranno selfie con i presenti.

La Croce Verde, come da tradizione, alle 17,30 estrarrà i premi della Tombola.

L’ANIMAZIONE sul palco, di tutto il pomeriggio, sarà realizzata dagli operatori della Ludoteca Riù.

Il sindaco Paolo Calcinaro ha sottolineato come questa ventesima edizione del Congresso Internazionale delle Befane «rappresenti un’ulteriore occasione di divertimento, di gioco e di attenzione ai temi ambientali e della sostenibilità, non solo per i più piccoli, ma anche per i più grandi, che vede l’importantissimo contributo e la collaborazione dei centri sociali. Un modo per far sì che anche una festa crei socializzazione tra le famiglie del territorio».

L’assessore ai Servizi Sociali Mirco Giampieri, evidenzia il fatto di come: «tutti i giochi realizzati dai vari centri sociali sono giochi della nostra infanzia e della nostra tradizione, ricavati con materiali di recupero della ludoteca Riù».

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente La pioggia non ferma i cantieri, ecco le modifiche alla viabilità Successivo Pesca, vongolari in attesa per il verdetto sui confini