Torna il finto avvocato, ecco il profilo del truffatore

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli, 25 febbraio 2016 – La polizia ha arrestato un truffatore di anziani: si tratta di Gennaro Trematerra, 50 anni, napoletano, che è stato sorpreso mentre si allontanava dalla casa, in zona Piazza Immacolata, di un anziano di oltre 90 anni appena derubato.

L’uomo era a bordo di una Giulietta Alfa Romeo bianca, presa a noleggio a Napoli, quando è stato bloccato dagli agenti, che hanno trovato all’interno una scatola di latta piena di gioielli dell’anziano.

Il novantenne ha denunciato che in mattinata era stato contattato al telefono di casa da un sedicente avvocato Rossi di San Benedetto, il quale gli comunicava che il figlio aveva provocato un grave incidente e che erano assieme nella caserma dei carabinieri di Grottammare; l’anziano avrebbe dovuto consegnare ben 5.000 euro affinché il figlio venisse lasciato libero.

Non appena la vittima ha palesato la propria difficoltà a recarsi in caserma, il truffatore è andato direttamente alla porta della sua abitazione; l’anziano, preoccupato per le sorti del figlio, è andato in camera e ha consegnato tutti i propri averi, tra cui anche 400 euro in contanti e svariati monili d’oro.

L’azione congiunta della Volante della Polizia di Stato e degli uomini della Squadra Mobile ascolana ha consentito di bloccare il truffatore e di arrestarlo prima ancora che si allontanasse dalla zona.

Era in possesso di un documento intestato ad un salernitano, con applicata la sua foto, molto probabilmente per sfuggire ai controlli e quindi alla cattura, stante il fatto che era destinatario di una misura cautelare. Lo stesso infatti è stato destinato al carcere anche in esecuzione di un provvedimento del gip del Tribunale di Forlì, sempre per una serie di truffe ad anziani.

L’uomo è un cinquantenne napoletano, alto 173 cm circa, robusto, con capelli un po’ lunghi castani, viso largo, occhi verdi, ben vestito; nella giornata di ieri indossava jeans chiari, scarpe marroni chiare, camicia bianca, spolverino nero sopra ad una giacca grigio chiaro.

La polizia chiede di essere contattata da tutti i cittadini che sono stati truffati o che credono di essere entrati in contatto con l’uomo.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente «Verità per Giulio Regeni». Unicam con Amnesty Successivo Giocattoli falsi, maxi sequestro in porto