Torna il punteruolo rosso, scatta la bonifica delle palme

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Civitanova Marche (Macerata), 20 gennaio 2015 – Allerta punteruolo rosso a Civitanova, con il Comune che proprio ieri ha reso noto che è stato rilevato un nuovo caso di presenza di questo coleottero della palma. La pianta infestata è all’interno di una proprietà privata in via Fontanella, all’angolo con via del Casone. Palazzo Sforza fa sapere che la posizione della pianta «desta preoccupazione in quanto si trova nelle immediate vicinanze di via Aldo Moro e del lungomare sud», dove ci sono, appunto, diverse palme.

La prima presenza di punteruolo rosso a Civitanova è stata accertata lo scorso ottobre su una palma che si trovava all’interno del giardino di un privato a Santa Maria Apparente, lungo la provinciale. La pianta è stata tagliata. Per quanto riguarda la palma di via Fontanella, il Comune ha prontamente allertato l’Assam Regione Marche (Agenzia per i servizi nel settore agroalimentare delle Marche) che ha effettuato un rilievo. D’accordo con l’agenzia si è giunti alla decisione di ripulire e potare tutte le palme di proprietà del Comune (circa 250 piante nelle vicinanze): un’operazione che Palazzo Sforza completerà entro gennaio e in economia, utilizzando il personale interno.

L’ufficio che si occupa della problematica ha ritenuto opportuno lanciare il messaggio ai residenti (specie quelli del quartiere Risorgimento) in modo da effettuare lavori atti a diminuire la possibilità di infestazione. L’Ufficio tecnico può dare indicazioni sui modi di intervento e per eventuali informazioni ci si può rivolge ai numeri 3293604480 o 3299013669. Il Comune ricorda che è «necessaria la collaborazione dei privati per diminuire la possibilità di espansione del fenomeno, che potrebbe distruggere questa tipologia di piante come successo in paesi limitrofi». Il punteruolo rosso infatti è un coleottero considerato molto aggressivo che in Italia è stato segnalato in diverse regioni. Nel settembre 2007 sono stati catturati i primi esemplari nelle Marche: sopratutto a San Benedetto e a Grottammare l’insetto è stata ed è un’autentica emergenza, ma questo ha creato diversi problemi anche a Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio.

Michele Mastrangelo



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Nautica: Crn, rilancio cantiere Ancona Successivo Ceriscioli si candida a primarie Pd