Tragedia a Miami: Davide forse ucciso da un pirata della strada

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Marotta (Pesaro Urbino), 22 marzo 2015 - Sono saliti su un volo per Miami questa mattina alle 7 i familiari di Davide Bronzini, il 30enne di Marotta (era nato il 23 settembre dell’84) residente da un quinquennio in Florida, morto alle 5 italiane di venerdì in un incidente stradale nella città americana. Un incidente sul quale la polizia ha aperto un’inchiesta per decifrare l’esatta dinamica. A fare chiarezza sui fatti contribuiranno anche le immagini riprese dalle telecamere installate nella strada in cui si è verificato lo schianto, al vaglio delle forze dell’ordine.

Secondo le notizie che rimbalzano da oltre Oceano, tutte ufficiose, perché i familiari non hanno ancora avuto contatti diretti con le autorità statunitensi, Davide stava rientrando a casa dal ristorante di sua proprietà dopo la fine del lavoro, intorno alla mezzanotte di giovedì (le 5 del mattino di venerdì in Italia), in sella a una moto di piccola cilindrata. Pochi chilometri, che si coprono in meno di 15 minuti, ma ad un certo punto, all’altezza di un incrocio, è stato travolto dall’auto condotta da una donna che non ha fatto lo stop. Secondo alcune voci, la macchina non si sarebbe fermata neanche dopo l’incidente ed è stata inseguita e bloccata dalla polizia, ma su questa circostanza l’incertezza, al momento, è assoluta. Insieme al babbo della vittima, Mario, alla mamma Marisa e alla sorella Denise si è imbarcato stamattina per Miami anche il cugino materno dello sfortunato giovane, Nicola Cecchini.

«Che ragazzo straordinario era Davide – sottolinea proprio Nicola -; la sua positività e la sua tenacia erano uniche. La prima volta è andato a Miami quasi per gioco, a fare un lavoro stagionale, e si è subito innamorato di quella città, tanto che quando è rientrato in Italia ci ha detto che voleva tornarci e che un giorno lì avrebbe creato un ristorante tutto suo. Ebbene, dopo 5 anni di sacrifici, a fare il cameriere, un paio di mesi fa quel sogno era diventato realtà. Ha aperto in Ponce de Leon Boulevarde il ‘Cavatappi’, un bellissimo locale con tutte le specialità italiane. Ne era orgoglioso e non vedeva l’ora che noi parenti andassimo a vederlo, ma non abbiamo fatto in tempo a dargli questa gioia». Legatissimo alla sua famiglia d’origine, Davide tornava in Italia un paio di volte l’anno e nell’estate 2013 ci è venuto per celebrare il matrimonio con Sunny, una ragazza americana di alcuni anni più grande di lui, consulente assicuratrice e cantante. «E’ stata una festa meravigliosa – riprende Nicola – e meraviglioso era lui».



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente L'Oroscopo di oggi gli astri del Borghigiano Successivo Comicità e musica all'Expo di primavera Tonti di Confindustria critica la Regione