Tre giorni di guerra al crimine: cinque arresti

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Fano (Pesaro e Urbino), 4 ottobre 2014 – Un’operazione di polizia durata tre giorni: arrestate cinque persone tra cui un noto pregiudicato latitante. Non era passato inosservato ieri il blitz di polizia in stazione. Tanti cittadini avevano potuto assistere al fermo di quattro extracomunitari fatti salire di forza sulle tre volanti piombate d’improvviso al nodo di scambio di Fano, con unità cinofile della questura di Ancona al seguito.

Come in un film. Rapidi ed efficaci i poliziotti fanesi, alcuni anche in borghese, coadiuvati da alcuni agenti del Reparto Prevenzione Crimine di Perugia, hanno controllato tutti per poi portare dei sospetti in commissariato per accertamenti. Un’azione nell’ambito dei servizi predisposti dal Questore, volti al contrasto dei reati contro il patrimonio, in particolare dei furti in abitazione, lo spaccio di sostanze stupefacenti e la tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica.

I controlli hanno interessato quartieri residenziali, esercizi pubblici e chiaramente la stazione ferroviaria di Fano dove è stato arrestato un cittadino nigeriano di 43 anni, pregiudicato, perché trovato in flagranza di reato di spaccio e detenzione di 50 grammi di marijuana più un bilancino di precisione e materiale utile al confezionamento della droga. In stazione è stato tratto in arresto anche un marocchino destinatario di un ordine di esecuzione per la carcerazione e un cittadino tunisino di 40 anni, denunciato a piede libero per possesso di arma illegale da taglio.

Stamane poi un nuovo inseguimento degno di un film poliziesco: durante il mercato settimanale due poliziotti hanno dato la caccia a un pregiudicato, rincorrendolo tra le bancarelle. Nell’ambito dei medesimi servizi, infatti, è stato rintracciato in città e tratto in arresto sotto gli occhi attoniti dei portieri della scuola media Padalino un noto pregiudicato albanese di 46 anni che a seguito della sentenza definitiva di condanna emessa dalla Corte di Cassazione aveva fatto perdere le sue tracce.

Lo straniero, A. M., è stato rintracciato da personale in borghese del Commissariato di Fano mentre passeggiava lungo il corso Matteotti. Ma alla vista dei poliziotti in borghese si è dato alla fuga tra le bancarelle del mercato cercando rifugio, per sottrarsi alla cattura, all’interno della scuola Padalino dove però è stato ugualmente raggiunto e arrestato dai poliziotti.

Altri arresti a Pesaro. Controlli in particolare nella zona mare. Tra i soggetti controllati è stato rintracciato e tratto in arresto un italiano di 27 anni colpito da un decreto di sospensione cautelare della misura alternativa emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Ancona e un altro italiano, di origini magrebine, 21enne, a seguito di esecuzione di ordinanza di aggravamento della misura cautelare emessa dal Tribunale di Rimini. Quest’ultimo venne arrestato in flagranza di furto durante l’ultimo giorno della Fiera di San Nicola, da una volante della Questura. La straordinaria attività di contrasto effettuata dalla Polizia di Pesaro e Fano in questi giorni ha portato complessivamente a significativi risultati: controllate 172 persone delle quali con precedenti di Polizia 31, 67 veicoli e 4 esercizi pubblici e due stranieri sottoposti ad espulsione.



 

Precedente Cercatore funghi ferito sui Sibillini Successivo Sindaco Castelli ferito incidente bici