Tre milioni di euro per le scuole fanesi

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fano (Pesaro e Urbino), 6 ottobre 2015 – Oltre tre milioni di euro di investimenti per le scuole superiori di Fano (tra interventi già svolti, in corso e programmati), lavori per la pista ciclabile di Fenile (200mila euro) e interventi per il torrente Arzilla (64mila euro). E’ quanto la Provincia di Pesaro e Urbino ha messo in campo nel territorio fanese, in un rapporto di collaborazione con l’amministrazione comunale finalmente dello stesso colore politico che ha consentito di lavorare insieme su alcuni obiettivi e stanziare i soldi che, se in tempo di vacche grasse non si riuscivano a trovare, si sono subito trovati ora che i tempi sono decisamente più magri.

In una conferenza stampa nel Comune di Fano, il sindaco Massimo Seri, il presidente della Provincia di Pesaro e Urbino Daniele Tagliolini, il consigliere provinciale con delega alla programmazione scolastica Margherita Pedinelli e l’assessore alla Pubblica istruzione e all’ambiente del Comune di Fano Samuele Mascarin hanno fatto il punto sui vari interventi. “E’ importante – sottolinea Seri – questa collaborazione tra enti in una visione condivisa che in passato è mancata”.

“La Provincia – evidenzia Tagliolini – ha fatto una pianificazione molto dettagliata degli interventi sull’edilizia scolastica, che resta una delle funzioni fondamentali dell’ente. Per il liceo scientifico Torelli abbiamo stanziato quasi un milione e 500mila euro, tra lavori già conclusi sulla parte destinata ai laboratori e lavori in corso in quella destinata alle aule, procedendo all’adeguamento sismico, alla sostituzione della facciata esterna (i cui pannelli contenevano amianto) con involucri ad alta efficienza energetica e ad altri interventi per efficientamento energetico. Per l’Itc Battisti verranno fatti interventi di efficientamento energetico e adeguamento sismico per un milione e 200mila euro: si tratta di risorse ministeriali assegnate alla Provincia dalla Regione Marche dietro un progetto da noi presentato per questa scuola, che ha una serie di caratteristiche rispondenti ai punteggi individuati dal bando”. Una novità importante riguarda Palazzo Nolfi, sede dell’Olivetti. “Ci sono stati sbloccati 400mila euro del patto di stabilità – ha aggiunto Tagliolini – per ristrutturare un’ala dell’edificio in cui andrà l’istituto Apolloni”.

Riguardo alla creazione al Codma di una sede distaccata dell’Agrario “Cecchi”, è stata evidenziata la massima collaborazione tra Provincia e Comune di Fano, che il 29 settembre scorso ha deliberato in tal senso. La delibera sarà ora sottoposta all’approvazione del consiglio provinciale (entro il 15 novembre) e successivamente a quello regionale. “C’è stata una grande convinzione del Comune di Fano – dice la Pedinelli – ma anche un lavoro di squadra per arrivare a questo risultato. Ci siamo confrontati con l’Ufficio scolastico provinciale sull’intera offerta formativa della provincia e a breve metteremo in piedi tavoli di confronto con Comuni e dirigenze scolastiche: l’orientamento è sempre più quello di favorire l’aggregazione di scuole ad un maggiore livello di specializzazione, ipotizzando la creazione di poli scolastici specializzati, alcuni con vocazione umanistico-artistica, altri con vocazione tecnico-scientifica”.

Nella doppia veste di assessore alla scuola e all’ambiente, Mascarin ha sottolineato che la collaborazione tra Comune e Provincia vale anche sul piano ambientale. “Abbiamo messo in campo alcuni interventi strutturali per il torrente Arzilla e nel 2016 la Provincia effettuerà un intervento sulla foce del torrente per l’adeguamento degli argini. C’è una visione condivisa sulle acque e sull’ambiente, in passato ogni Comune cercava di risolvere i problemi da solo, con difficoltà”. Tra gli interventi in corso di realizzazione, anche la pista ciclabile sulla strada provinciale 45 “Carignano”, dal km 0 al km 2+500, in località Fenile di Fano: il Comune ha stanziato 200mila euro per la fornitura di materiali, la Provincia altrettanti 200mila euro per manodopera ed esecuzione dei lavori.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente L’esibizione di Elisa Del Prete a ‘Ti lascio una canzone’ conquista tutti Successivo Diciottenne in gita scolastica sotto bus