Tre tartarughe marine spiaggiate: mobilitati Asur e Capitaneria

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Civitanova Marche (Macerata), 4 novembre 2015 – Tre tartarughe marine spiaggiate, già morte, sul nostro litorale: una «raffica» in rapida successione, tipica di questo periodo dell’anno. La prima «Caretta caretta» è stata avvistata poco prima di mezzogiorno dell’altroieri a Civitanova, sulla spiaggia antistante l’impianto di tiro a volo. La carcassa appariva in avanzato stato di decomposizione, lunga 45 centimetri per 37 e pesante una decina di chili.

Stava messo un po’ meglio l’esemplare arenatosi verso le 10 di ieri mattina a Porto Potenza, davanti all’Istituto Santo Stefano. Misurava 55×48 centimetri e, più in carne dell’altro, pesava trenta chili. L’ultima delle tre tartarughe ha invece finito la sua corsa a due passi dal porto di Civitanova, all’altezza dello stabilimento balneare «Brigantino» (lungomare sud). Le sue dimensioni: 52×28 centimetri. La stazza era stimata nell’ordine dei cinque chili. In tutte e tre le circostanze si sono mobilitate le pattuglie appiedate della Guardia Costiera o (è stato il caso di Porto Potenza) l’equipaggio della motovedetta più piccola.

Il comandante Michele Grottoli ha coordinato i collegamenti con l’Asur, che ha inviato un veterinario per le ispezioni di rito, e col personale tecnico dei Comuni interessati. Una volta rimosse dalla battigia, le carcasse sono state trasferite nelle discariche deputate allo smaltimento. Il loro stato di conservazione appariva incompatibile coi requisiti richiesti per eventuali approfondimenti in «vitro» utili, tra l’altro, a chiarire le cause dei decessi.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle

Precedente Monte Urano, è morto nella notte l'imprenditore Guerriero Santori Successivo Da cuoca a carbonaia a soli 29 anni: «Per recuperare il lavoro di mio nonno»