Tremendo schianto sulla Cuprense, in due lottano tra la vita e la morte

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

San Benedetto del Tronto (Ascoli), 8 novembre 2014 – Terribile schianto fra due auto lungo la strada provinciale Cuprense, all’altezza del civico 114, sul pianoro, circa un chilometro e mezzo dopo l’Oasi di S. Maria ai Monti. I due conducenti si trovano ricoverati nell’ospedale di San Benedetto in prognosi riservata. L’incidente frontale, fra una Ford Focus station wagon, condotta da M.L. di 72 anni, sotto ufficiale dell’arma dei carabinieri in pensione, residente a Ripatransone e una Nissan Micra, condotta da S.V. 35 anni di Grottammare, docente di Matematica all’ISC di Ripatransone, è accaduto intorno alle 9 di ieri.

La donna, che ha subito una serie di fratture e lesioni, si trova ricoverata nel reparto di Rianimazione, mentre l’uomo è ricoverato, per il momento, nel reparto di Medicina d’Urgenza. Sul luogo del gravissimo scontro si sono recati gli equipaggi della Potes di San Benedetto, inviati dal 118 di Ascoli, due pattuglie della polizia stradale di San Benedetto e due squadre dei vigili del fuoco del distaccamento di San Benedetto. Sono stati proprio i vigili del fuoco a recuperare i due infortunati. Il conducente della Focus, a seguito del violento impatto, è stato scaraventato fuori dall’abitacolo, attraverso la portiera del lato passeggero ed è rotolato nella scarpata sul versante sud della strada.

La donna, invece, è rimasta incastrata nell’abitacolo della Micra e non è stata cosa facile per i pompieri tirarla fuori. Entrambi gli infortunati sono stati subito messi a bordo delle ambulanze, dove i sanitari li hanno messi in sicurezza prima di affrontare il viaggio verso il Pronto Soccorso. Gli equipaggi sono rimasti sul posto per oltre un’ora. Il personale della polizia stradale dovrà ricostruire la dinamica dello schianto. Certo è che la Focus stava scendendo verso mare, mentre la Nissan saliva verso Ripatransone. A seguito del terrificante frontale, la Micra è stata scaraventata in mezzo alla campagna, sul lato nord della strada, dopo aver perso parti dell’avantreno e del motore, mentre la Ford, dopo una spaventosa carambola, durante la quale il conducente è stato disarcionato dal posto di guida, è rimasta al centro della strada.

La giovane donna alla guida della Micra stava andando a lavoro nella scuola di Ripatransone, quando è stata centrata dalla Ford che era uscita da una semicurva. La strada era particolarmente viscida a causa della pioggia caduta durante la notte. Tra le ipotesi, subito dopo l’incidente, si vagliava anche quella di un eventuale malore capitato all’ex militare dell’arma.

 



 

Precedente Cremazione quasi impossibile con buona pace del testamento Successivo Impiegata del Cup s'intascava i soldi dei ticket, l'ammanco è di 35 mila euro