Trovati a rubare legna, arrestati col furgone pieno

carabinieri

IL BORGHIGIANO FABRIANO – SASSOFERRATO, UN TAGLIALEGNA professionista assieme a un suo amico ruba legname già tagliato e accatastato tra le campagne di Sassoferrato, ma i due vengono raggiunti e arrestati dai carabinieri coordinati dal capitano Benedetto Iurlaro. Tutto è successo nello spazio di pochi minuti nel pomeriggio di martedì, quando la centrale operativa di Fabriano dei militari dell’Arma è stata allertata dalla telefonata di un cittadino che ha voluto segnalare un probabile furto di legna in una frazione di Sassoferrato. La pattuglia della locale stazione, sotto la guida del luogotenente Paolo Rinaldi, è immediatamente intervenuta in quelle zone di aperta campagna riuscendo ad intercettare due uomini che avevano già sistemato un notevole quantitativo di legname all’interno di un furgone. Sùbito è scattata l’ispezione nei confronti dei due residenti a Frontone il 51enne D.V. e il 45enne D.T. peraltro entrambi già conosciuti dalle forze dell’ordine. Secondo la ricostruzione dei carabinieri i due avrebbero dapprima cercato di fornire giustificazioni poco plausibili sulla provenienza del materiale, salvo poi ammettere le loro responsabilità. Possibile, secondo gli inquirenti che un ruolo importante l’abbia giocato la professione di taglialegna di uno dei due, in quanto notevole conoscitore di quell’area al confine con la vicina località in provincia di Pesaro e quindi delle zone boschive del Sassoferratese frequentate spesso anche per lavoro. Da una prima stima del materiale sequestrato, il valore commerciale della legna si aggirerebbe attorno ai 500 euro qualora, come ipotizzano gli inquirenti, fosse stata rivenduta. In attesa del processo, il procuratore Rosario Lionello ha disposto gli arresti domiciliari per entrambi.

FONTE IL RESTO DEL CARLINO -Alessandro Di Marco-

Precedente Lascia un biglietto e scompare nel nulla Successivo Trova 7 mila euro in un portafoglio e lo consegna subito alla polizia