Trovato morto sotto una quercia: forse scalciato da un toro

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Fossombrone (Pesaro e Urbino) 21 dicembre 2014 – Non si sa ancora cosa abbia causato la morte di Antonio Pierucci, pensionato settantenne ritrovato senza vita ai piedi di una quercia nel pomeriggio di sabato, in località San Martino dei Muri, a circa otto chilometri da Fossombrone. L’uomo, ex-agricoltore ed allevatore, faceva quasi tutti i giorni una passeggiata dopo il pranzo. Non vedendolo tornare uno dei figli, Massimo, anche lui allevatore e agricoltore, lo è andato a cercare: «Nel pomeriggio, siccome non tornava a casa sono andato a cercarlo più o meno dove sapevo che passava sempre nei suoi giri.

L’ho trovato ai piedi di una quercia poco distante dal capanno dove è ricoverato il nostro toro. Era steso a faccia in giù, il corpo ancora caldo. E’ solo una supposizione – raccolta – che sia stato ucciso dal toro. È una bestia che non ha le corna, tra l’altro, quindi, se è stata il toro a uccidere mio padre, potrebbe averlo scalciato o caricato, ma ripeto, non è sicuro». L’uomo ha piccoli segni sul corpo: «Un taglietto al mento, un altro sotto lo zigomo sinistro, alcuni ematomi leggeri – racconta il figlio – nella parte alta del torace. Per saperne di più bisognerà aspettare l’autopsia, mi hanno detto che verrà fatta o lunedì sera o martedì mattina». Poi si terranno i funerali. Antonio Pierucci lascia la moglie Chiara Maria, i figli Massimo e Denis e tre nipoti.

 

 



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Quanti errori sull'ospedale Successivo Il nuovo palazzetto è realtà, ora manca solo la Lube