Tutti pazzi per Rossi: marea ‘gialla’ a Tavullia, ecco la mappa per i tifosi

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Tavullia (Pesaro e Urbino), 8 novembre 2015 – I primi cori propiziatori e i primi fumogeni gialli si sono innalzati nel cielo di Tavullia già da ieri sera. E da questa mattina, sin dall’alba, sarà tutto un crescendo. Col paese ormai circondato dai camperisti e con i primi gruppi di tifosi e appassionati che riempivano locali, pizzerie e store di “reliquie” di Valentino Rossi.

«Questa è l’occasione della vita – dice un ragazzo che arriva dal sud –. Non me la sarei persa per tutto l’oro del mondo». Difficile dire quanti saranno a pensarla come lui, però «c’è gran movimento», commentava ieri sera l’assessore allo sport Patrizio Federici. Ma a né lui né il sindaco si sbilanciano sulla mole dell’invasione.

Certamente si parla di diverse migliaia di tifosi in arrivo, che, fortunatamente per tutti, saranno filtrate con una cintura di sicurezza attorno al centro cittadino garantendo un servizio di navette verso la zona dei maxischermi e quella di ristoro con stand gastronomici tassativamente del territorio tavulliese. Le navette che salgono verso il Cassero e il Fan Club si metteranno in movimento sin dalle 7,30 di stamane: una fa la spola dalla parte di Cattolica e l’altra dalla parte di Pesaro.

 

A dare i primi tocchi di internazionalità al paese di Valentino è stato l’arrivo in forze della rete televisiva France 2 che si è affiancata alle già presenti Rai, Sky e Mediaset, che garantiranno collegamenti in diretta e la già certa presenza nella trasmissione Quelli che il calcio. Inaspettata, c’è stata l’apparizione anche di uno striscione col quale si annuncia niente di meno che anche: «Tutta la Serbia sta con Valentino».

Se i pronostici tecnici non sono tanti non lo sono neppure le previsioni di chi pure è abituato a farne, come la “guaritrice” pesarese Rita Cutolo, molto nota, che col magnetismo delle mani imposte avrebbe la capacità di rivelare cose non viste da altri: su Valentino non sente niente di speciale e si limita «a pregare perché vinca».

L’ultima novità della serata l’ha raccontata ieri sera il sindaco di Tavullia Francesca Pascucci: ha avuto notizia che a Matelica, in provincia di Macerata, non solo hanno deciso di allestire un maxischermo per vedere la gara di Valencia, ma che addirittura la squadra di calcio cittadina ha rinviato l’inizio della partita di campionato per consentire a tutti di vedere il numero 46 che lotta per il titolo mondiale. A Urbino, città natale di Valentino Rossi verrà allestito uno schermo in piazza della Repubblica e magliette con l’hashtag #iostoconvale saranno distribuite fino ad esauritamento (gratis), grazie a Comune di Urbino e Legato Albani. La città ducale ha poi coniato un nuovo hashtag: #urbinostaconvale e per questo anche Raphael Gualazzi, il popolare cantante anche lui nato a Urbino come Valentino, ha posato con un cartello che riporta #urbinostaconvale.

Da ieri sera anche sulla sulla piazza del Popolo di Pesaro sventolano una sfilza di bandiere gialle che faranno da corona al maxischermo collocato questa mattina dagli uomini del 28° Reggimento “Pavia”, corpo altamente tecnologico dell’Esercito Italiano con sede a Pesaro. Non si sa se questo fa notizia, ma certo è la prima volta nella storia che capita una cosa del genere.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle

Precedente Spara ai genitori della fidanzata Lei muore, lui è gravissimo Successivo Mattanza d'amore, il fidanzato: "Ho fatto una cavolata", poi accusa un malore. Le foto del delitto