Ubriaco sfreccia in moto a 200 all’ora lungo la Flaminia

IL BORGHIGIANO 2013

UBRIACO a quasi 200 all’ora lungo la Flaminia: inseguito e fermato dalla polizia. Cronaca di una notte di follia in pieno stile film d’azione. Un episodio clamoroso che ha visto come protagonista un uomo di 43 anni, originario del Trentino Alto Adige, ma da parecchi anni oramai residente ad Ancona.
L’altra notte l’uomo si trovava in sella ad un bolide di alta cilindrata quando, all’altezza della stazione ferroviaria, non ha dato seguito all’alt imposto dagli agenti delle volanti che stavano effettuando un normale posto di blocco nell’ambito del controllo del territorio. Ne è nato un inseguimento altamente spettacolare, ma anche pericoloso per l’incolumità di tutti, compresi gli altri automobilisti che si sono trovati a passare lungo il tratto iniziale della Flaminia. Il centauro è stato fermato a Torrette e dal controllo documentale su di lui e sul mezzo, è emerso che mancava la copertura assicurativa, la moto non era stata revisionata da cinque anni, ma soprattutto il conducente viaggiava con un tasso alcolimetrico pari a 1,2 grammi/litro. Ben al di sopra del consentito dalla legge (0,5 gr/lt). A questo si aggiunga la guida pericolosa e ad alta velocità, da qui la decisione di sanzionare il 43enne con una multa davvero esemplare, per un importo pari a circa 3mila euro, senza dimenticare le conseguenze di legge legate alla guida sotto l’effetto dell’alcol. Il fatto è accaduto la notte scorsa attorno all’una. Il centauro si trovava in sella alla moto e proveniva da via Marconi, con direzione Falconara. In piazza Rosselli c’era una pattuglia delle volanti che gli ha intimato di fermarsi. Il 43enne ha tirato dritto accelerando. Subito è scattato l’inseguimento lungo la Flaminia e sulla frana Barducci fino a Torrette.
VEDENDO che la polizia non mollava, il motociclista ha capito che la sua fuga non sarebbe finita lontano. In effetti proprio a Torrette, all’altezza dell’intersezione della Flaminia con via Conca, la moto è stata fermata e il soggetto sottoposto immediatamente all’alcol test che, come ricordato poc’anzi, ha dato esito positivo. Proseguono intanto i controlli notturni voluti dal questore di Ancona anche su indirizzo del prefetto. Controllo che stanno dando ottimi risultati in città.

IL RESTO DEL CARLINO

Precedente L' Assessore Balducci sicuro: Nessun favore sempre corretto Successivo Crollato mentre giocava a soft air, il presidente: «Non è colpa della disciplina, serve sicurezza»