Ucciso da un colpo di fucile mentre scappa dai cinghiali

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Cessapalombo (Macerata), 4 gennaio 2015 – È morto Giampietro Annavini, 60enne fornaio del paese, con un colpo di fucile sparato dal cacciatore che tentava di salvarlo dall’aggressione di un gruppo di cinghiali. È successo questa sera.

Erano circa le 18.30 e l’uomo stava passeggiando con i suoi cani a frazione Valle di Montalto, dove aveva un allevamento di boxer. Quando all’improvviso è stato raggiunto dai cinghiali. Ha iniziato a gridare e chiedere aiuto. Subito, per soccorrerlo, è arrivato un cacciatore di Caldarola, di ritorno da una battuta di caccia al cinghiale nelle campagne circostanti. Per cause in corso di accertamento qualcosa è andato storto, forse quest’ultimo si è inciampato ed è partito il colpo letale.

Sul posto sono arrivati i carabinieri di Tolentino, che stanno svolgendo le indagini, e gli operatori sanitari del 118. L’ambulanza ha portato in ospedale anche il cacciatore, in completo stato di choc.

Annavini, amato da tutti in paese per i suoi prodotti e il suo carattere, lascia la moglie Caterina e i figli Nadia e Riccardo.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Beffa Civitanovese: il San Nicolò pareggia nel recupero su rigore Successivo Ecco il grande presepe vivente della riviera adriatica