Un altro Capodanno senza nessun evento

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 26 dicembre 2014 – E’ COSTATO 22mila euro, non c’è nessun ospite dal nome altisonante, e sotto certi punti di vista il cartellone di San Silvestro sembra essere stato costruito perché ‘si deve fare’ e non perché lo si vuole fare. L’assessore Paolo Marasca, che di certo con quella disponibilità ben poco altro poteva organizzare, ha presentato nei giorni scorsi le iniziative legate alla festa dell’ultimo dell’anno. L’appuntamento è in piazza Roma dalle 23 alle 2 di notte. La proposta di cosa fare e che tipo di evento da organizzare è arrivata dall’associazione musicisti marchigiani, realtà attiva ad Ancona in particolare nel settore della musica giovanile, attraverso la gestione del servizio Officina Ancona Musica. La diretta è affidata a Radio Arancia e sarà anche televisiva attraverso Tv Centro Marche e il canale 879 della piattaforma Sky.

L’AVVIO, appunto alle 23, è affidato a dj set con tanti piccoli momenti di animazione: musica, countdown a mezzanotte e festeggiamenti di vario tipo. Dalla mezzanotte e mezzo Stefano Ligi sarà in concerto con la canzone d’autore. «Un concerto pieno di verve e interpretazione – lo descrive così il Comune – accompagnato da proiezioni su maxi schermo di foto del suo percorso artistico televisivo come “Stasera Pago Io” di Fiorello, Sanremo, “30 anni alla carriera” con Ron, Morandi e Lucio Dalla. In scaletta dai brani immortali del grande Rino Gaetano, alle canzoni di Battiato, De Gregori, Battisti, Fossati, Paolo Conte, Carosone e Lucio Dalla oltre a due pezzi scritti da Stefano: Ambarabà ciccicocò con e per Lucio Dalla e Le donne di Rino, pezzo dedicato alle donne che hanno ispirato il grande autore calabrese. «E’ soprattutto un momento – ha detto l’assessore Marasca – per dare la possibilità a tutti di festeggiare questo ultimo giorno dell’anno».

A PARTE i balli e i canti vanno ricordate le due ordinanze in vigore per la notte di San Silvestro. La prima è tuttora in vigore, su tutto il territorio comunale, e riguarda il divieto di vendita e detenzione di bevande alcoliche e analcoliche in contenitori di vetro nella fascia notturna dalle 20 alle 6 del mattino. Il provvedimento vieta inoltre di circolare e stazionare su suolo pubblico detenendo a qualsiasi titolo contenitori di vetro, ad eccezione delle bevande trasportate in contenitori sigillati e confezionati all’origine e di abbandonare contenitori di vetro sulla pubblica via. La seconda è quella con cui si vieta tassativamente di fare esplodere fuochi di artificio, petardi e “botti” di qualsiasi tipo nelle strade, nelle piazze e nei luoghi pubblici o aperti al pubblico sia il 31 sia l’1 gennaio. I trasgressori saranno puniti con una sanzione di 154 euro. Dunque, dopo le risse dello scorso anno, niente cenone sociale in piazza Pertini.

 

 



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Roberto, scampato allo tsunami del 2004: "Ho pensato: questa non riesco a raccontarla" Successivo Amico cane, successo per il Natale a quattro zampe