Un film documentario sul Carnevale di Fano

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fano (Pesaro e Urbino), 26 gennaio 2016 – Un lavoro minuzioso durato 51 sedute di registrazione, tempo in cui il fotografo Paolo Alberto Del Bianco e il maestro carrista Riccardo Deli hanno raccolto aneddoti, immagini e curiosità del Carnevale di Fano, nello specifico delle 21 edizioni che vanno dal 1960 al 1980 (compreso quello estivo) con “incursioni” anche nelle annate precedenti e successive al periodo, per dar la possibilità ai fanesi di ripercorrere quella che è la storia della manifestazione più importante della città.

E’ in uscita in questi giorni il Dvd “Quando i carri sapevano di cartapesta”, acquistabile presso lo studio fotografico Del Bianco o contattando direttamente il maestro Riccardo Deli che, in anteprima, svela alcuni particolari e retroscena che solo chi come lui, che ha vissuto il Carnevale dall’interno, può conoscere: “E’ stato fatto un lavoro con dovizia di particolari – sottolinea – andando a ripescare filmati, foto e documenti cartacei. Nel dvd si affrontano vari argomenti come la carriera dei vari carristi che si sono succeduti negli anni, i prezzi e come essi sono cambiati nel corso del tempo, le caratteristiche dei carri e la loro evoluzione”.

 Tra le notizie più curiose quella relativa alla luminaria, andata in scena per la prima volta nel 1953 quando il carrista Hermes Valentini prese in prestito un generatore con cui illuminò il suo “gigante”. Altra data che rimarrà nella storia è il 1977, anno in cui per la prima volta le sfilate dei carri divennero tre, anche se in realtà fino al 1988 rimasero due perché il maltempo, ogni anno, impedì il regolare svolgimento in almeno una delle domeniche previste, cosa che invece non avvenne negli anni precedenti: “Proprio così – precisa Deli – dal 1960 al 1976 il Carnevale di Fano fu sempre baciato dal sole e solo una sfilata fu annullata per pioggia”.

Il film-documentario sarà presentato ufficialmente sabato 30 dicembre alle 17.00 alla Chiesa di San Michele quando Deli inaugurerà ufficialmente la sua personale mostra che resterà aperta fino domenica 7 febbraio. “I primi aneddoti riportati nel dvd risalgono al 1949 – sottolinea Riccardo Deli – e gli ultimi al 2004, ci soffermeremo all’anno 1952 quando il mezzo di traino dei giganti in cartapesta passò dai buoi al trattore e spiegheremo bene anche l’esatto significato della frase ‘Pacassoni avanti coi carri’ che è diventato un po’ lo slogan del Carnevale di Fano. L’obiettivo del Dvd? – conclude – Il desiderio di vivere da protagonista un periodo vissuto da spettatore”.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Il Borghigiano - Di chi è il compleanno?..... Successivo Carnevale, è qui la festa?