Un marchigiano con il leader degli U2: “Combatterò la povertà”

Emanuele seghettiIL BORGHIGIANO IL BLOG DI FABRIANO E DELLE MARCHE – «Credo che mettersi in gioco per una sfida così importante come la lotta contro la povertà estrema – commenta Seghetti – sia un desiderio che condividiamo in molti. Non vedo l’ora di portare avanti questo progetto che avvicina i temi e le promesse dei leader mondiali ai cittadini di tutti i Paesi.  «Un solo amore, che devi condividere» cantavano gli U2 in One. Un verso che è poi diventato l’obiettivo dell’associazione umanitaria fondata da Bono Vox, leader della band irlandese. Associazione che ora vede tra le sue fila anche il 29enne Emanuele Seghetti di Cingoli, laureato in economia ad Ancona ed alla Bocconi di Milano. Il gruppo umanitario “One” (che prende il nome proprio dal celebre pezzo dell’album “Achtung baby”) ha scelto Seghetti, attualmente manager di un’azienda nel pesarese, come uno dei 40 “Giovani ambasciatori” d’Italia. Eccellenze del territorio nazionale che, durante un programma di durata annuale, dovranno organizzare eventi e impegnarsi a chiedere alle autorità di onorare gli impegni assunti in materia di aiuti e di investire nel miglioramento della salute e l’alimentazione a livello mondiale. I 40 ambasciatori italiani si uniranno a una squadra di 300 giovani ambasciatori One provenienti da tutta Europa.

Far sentire la propria voce è uno degli strumenti che abbiamo per costruire, insieme, un futuro migliore per tutti». I giovani ambasciatori sono recentemente stati a Roma per una formazione sull’organizzazione di attività di lobby, l’utilizzo dei mezzi di comunicazione per sensibilizzare politici e popolazione sulle problematiche legate alla povertà estrema. I 40 ragazzi hanno anche avuto l’opportunità di visitare la Farnesina, dove hanno incontrato Tobia Zevi, consigliere del ministro degli Affari esteri per la cooperazione internazionale e i diritti umani. Un continuo confronto con i leader mondiali che i giovani di One porteranno avanti per raggiungere l’obiettivo principale dell’associazione: l’eradicazione della povertà estrema entro il 2030.

FONTE CRONACHE MACERATESI

http://www.cronachemaceratesi.it/2016/03/23/un-cingolano-con-il-leader-degli-u2-combattero-la-poverta/786439/ 

Precedente Pasqua al museo: il vademecum per chi rinuncia alla scampagnata Successivo Bm, taglio sofferenze deciso Bankitalia