Un monumento deturpato nell’orgoglio grazie all’inciviltà

Monumento del partigiano Giardini pubblici Fabriano
Monumento del partigiano Giardini pubblici Fabriano

Carissimi lettori.

Ieri ho avuto un importante riunione all’Anpi e uscendo, passando per i nostri meravigliosi giardini pubblici, ho assistito una scena da brividi. Nel monumento del partigiano eretto a gratitudine per la liberazione nazifascista di Fabriano e dell’Italia, c’erano una qundicina di ragazzi e ragazze, seduti sulle scalinate a bere e a fumare e a danzare con la musica che si levava dal vicino Chalet….. Domanda, sanno i nostri giovani di cosa rappresentano quelle scale? E chi sia quella persona con le mani levate al cielo? Di sicuro non è  Bob Marley che deve essere osannato con sigarette e birra. A quei ragazzi che siedono costantemente su quelle scale, prego di leggersi un po di libri di storia invece di “facebookare” da mattina a sera. E’ un vilipendio, una ferita troppo grande. Io stesso ho avuto persone vicine deturpate a vita e morte per lo scoppio di ordigni bellici, conosco famiglie che hanno avuto partigiani periti in guerra, e voi, vi ci sedete con il fondoschiena, calpestando la dignità di tutti noi? Cercate di rispettare sia i vivi sia i morti che con il loro sacrificio, vi hanno reso liberi ma non di fare quello che volete, ma di rispettare il passato e il prossimo in modo che possiate vivere da cittadini in modo civile. C’erano persone che non credevano ai loro occhi e alcuni gli hanno anche intimato di togliersi da li, ma loro non hanno sentito nulla, in fondo non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire. Spero che chi di dovere possa controllare e redimere questa triste moda che è di voga quest’anno ai giardini pubblici di Fabriano.

Cav.Andrea Poeta

Precedente Assistenza sanitaria, Finanza stronca il 'cartello' delle badanti ospedaliere. Successivo Nella Terra di Mannucci 2^ Edizione, Pinacoteca B.Molajoli Fabriano: EDGARDO MANNUCCI Inferno, Purgatorio, Paradiso. Salvatore D'addario Mostra Personale 5 - 28 Luglio 2013