Un Prato per tornare a correre: l’Ancona è in grazia Di Dio

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Carlino borghigiano

Prato (Firenze), 29 novembre 2014 – E’ un’Ancona (foto) divina quella che espugna il Lungobisenzio vincendo sul Prato 3-2. Un’Ancona che ribadisce le sue qualità di squadra che si esprime decisamente meglio in trasferta, che trova il vantaggio con Tulli e quindi due reti firmate da Di Dio che le permettono di ritrovare il sorriso dopo lo stop interno con il Gubbio e fare un deciso passo in avanti in classifica.

Quarta vittoria lontano dal Del Conero per la squadra guidata da Giovanni Cornacchini, che a Prato gioca un’ottima gara, prendendo subito l’iniziativa. Dopo aver mancato il vantaggio con Bondi al 5’ e con Di Dio al 12’, i dorici passano in vantaggio con Tulli al 37’ lasciato libero di avanzare, sterzare e infilare dal limite dell’area con un gran destro la porta difesa da Brunelli. Un minuto dopo Di Dio atterra in area Grifoni, dal dischetto Bocalon spiazza Aprea. Ma al 40’ l’assist da sinistra di Tulli viene sfruttato magistralmente dall’esterno biancorosso che rimedia all’ingenuità precedente realizzando al volo il gol del 2-1.

E’ forse il momento più intenso della gara, al 41’ il Prato potrebbe pareggiare ma la girata di Bocalon trova prontissimo Aprea alla respinta. Nella ripresa all’11’ grande percussione di Morbidelli che cede palla a Di Dio che di destro a giro realizza una rete spettacolare, nonché la sua personale doppietta. Al 22’ Rubino in contropiede servito da Fanucchi infila con un rasoterra Aprea per il definitivo 2-3.

 

Il tabellino

Prato: Brunelli, Bandini, Grifoni, Bengala (1’ st Cavagna), Bagnai, Rickler (13’ st Pasa), Romanò, Tassi, Bocalon, Fanucchi, Gabbianelli (1’ st Rubino). A disp. Ivusic, Miccinesi, Eguelfi, Fofana. All. Esposito.

Ancona: Aprea, Di Dio, D’Orazio, Camillucci, Dierna, Mallus, Tulli (23’ st Paponi), Sampietro (19’ st Di Ceglie), Tavares, Bondi, Morbidelli (30’ st Paoli). A disp. Lori, Pizzi, Parodi, Cognigni. All. Cornacchini.

Arbitro: Formato di Benevento.

Reti: 37’ Tulli, 38’ Bocalon (rig.), 40’ Di Dio, 11’ st Di Dio, 22’ st Rubino.

Note – Ammoniti: Romanò, Tulli, Di Dio, Conceicao, Fanucchi, Camillucci; spettatori: mille circa.



 

Precedente E' morto Joe Vescovi, suonò anche con i Deep Purple Successivo "Il bio cresce, ma è in arrivo la stangata Imu"