Un selfie su Facebook contro la violenza sulle donne

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Porto Recanati (Macerata), 12 settembre 2014 – Una foto con i lividi, per portare l’attenzione sulla violenza contro le donne. A lanciare l’idea è stata Valentina Lucchetti, una ragazza di Porto Recanati. Su Facebook ha spiegato la sua iniziativa, nata parlando con la sorella delI’Ice bucket challenge, la doccia gelata seguita dalla donazione a favore della ricerca sulla Sla, diventata virale su internet, e di quanto queste catene possano essere efficaci o meno.

“Eravamo davanti a Facebook e una nostra amica aveva condiviso un articolo del Corriere della Sera che riportava il totale delle donne vittime di violenza nel 2013. Da lì abbiamo pensato a una catena per le donne e a come farla. Abbiamo scelto il selfie perché è di impatto immediato”. In pratica si tratta di usare l’ombretto viola per simulare i lividi delle percosse, scattarsi una foto e pubblicarla su Facebook, poi di fare una donazione in favore delle associazioni che aiutano le vittime delle violenze. “Una volta partita l’iniziativa mi hanno contattato in privato diverse fidanzate/mogli – racconta ancora Valentina -, che non potevano per ovvi motivi partecipare ma che stavano apprezzando”.



Precedente Banditi in azione, colpito pure il municipio di Lunano Successivo Vertenza Bontempi-Solange: 25 licenziamenti, ma molti operai si salvano