Un tocco fanese a Sanremo

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fano (Pesaro e Urbino) 16 febbraio 2016 – C’era anche un po’ di Fano alla 66° edizione del festival della canzone italiana. E’ la maestria di Andrea Giomaro, alias “Gommo”, maestro degli effetti speciali, noto anche per la collaborazione nei film “Tale of Tales” di Matteo Garrone e “The Portrait” e “Prometheus” di Ridley Scott. Il fanese è infatti sbarcato nella sette giorni di Sanremo per “Vincere l’Odio” ovvero nello staff del gruppo di Elio e le Storie Tese.

E’ made in Fano il make up che hanno sfoggiato gli ‘Eelst’ nell’ultima esibizione dal palco dell’Ariston, ovvero quella che ha trasformato Elio e le storie Tese nei Kiss. Una specialità della casa: se si pensa che ai tempi della «Terra dei cachi» si vestirono da Rockets. Una sorpresa anche con Carlo Conti che giustamente ha sottolineato il contrasto tra gli Elii vestiti da Kiss e il video-messaggio di Mal. “Collaboro ormai da anni con Lorenzo Tamburini che è un mio amico è collega e lavora ad altissimi livelli sia in campo nazionale che internazionale – spiega Giomaro -. A novembre mi ero ritrovato con lui nella trasmissione Colorado ed insieme abbiamo truccato i conduttori Luca e Paolo da grassoni. In quella occasione Lorenzo mi ha chiesto se ero disponibile ad aiutarlo per la nuova avventura sanremese di Elio e le Storie Tese. Essendo un loro fan non potevo perdere questa occasione e così quest’anno siamo stati ingaggiati per truccare tutta la band nelle varie serate del Festival”.

E così Gommo questa settimana si è trovato catapultato nella città dei fiori. “Loro sono dei burloni e adorano i colpi di teatro – prosegue -, quindi hanno deciso di presentarsi con look stravaganti durante le diverse serate della kermesse: prima si sono presentati con un look anni 70 con parrucconi e basettoni, eseguendo una cover di Beethoven , la sera seguente hanno cantato travestiti da “uomini rifatti” (con l’ausilio di diverse protesi in gel di silicone) e la serata finale hanno sfoggiato un fantastico look da Kiss. Non potete sapere quanto ho goduto in quanto sono si un fan di Elio ma anche dei Kiss“.

Oltre all’aspetto professionale c’è quello privato. “Gli Elii sono delle persone squisite, simpatici, colti, bravissimi musicisti e ci hanno pure invitato al ristorante durante l’attesa del televoto finale – conclude il fanese -…e così mi sono ritrovato a mangiare pesce e meringa di fianco a elio, il suo sosia , faso, Cristian, Davide, e Antonello. Devo ammettere che questa trasferta sanremese, seppure io non ami molto la confusione e la mondanità dei giorni del festival, è stata una bella esperienza e mi sono portato a casa il loro nuovo album che mi hanno simpaticamente autografato con dedica : “al gommo!” Adesso torno a Fano e mi dedico ai nuovi progetti tra cui un corso alla nuova scuola d’arte di Cagli per il quale io sarò docente e alla nuova cooperativa “Idea” che ho da pochi giorni costituito insieme Mirco Nicusanti per proporre alla città eventi innovativi come la città dei dinosauri lo scorso anno e al contempo progetti socialmente utili con il contributo della psicologa Sabrina Bursi”.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Partenza col botto (vero) per Cianfrusaglia Successivo La Polizia recupera gli oggetti rubati da tre auto parcheggiate