Una necropoli romana affiora durante gli scavi in un cantiere

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 25 dicembre 2014 – La Pesaro romana è sotto di noi. E continua a riaffiorare ad ogni apertura di cantiere in aree più o meno «sensibili». L’ultima scoperta è di questi giorni: una necropoli di epoca romana, secondo i primi accertamenti, è venuta alla luce all’angolo tra via Decio Raggi e via Cavallotti, dove si stanno effettuando gli scavi per le fondamenta di due nuove palazzine. Per il momento si tratta di 5-6 tombe contenenti scheletri umani. Semplici sepolture nel terreno, a circa un metro e mezzo al di sotto dell’attuale piano di campagna, disposte senza un ordine preciso. Impossibile al momento stabilire una datazione precisa, sembrerebbe però trattarsi di tombe miste, di epoca romana e non solo.

La soprintendenza per i beni archeologici delle Marche, attraverso una ditta specializzata, ha già messo in sicurezza l’area e provveduto alla rimozione della sepolture, man mano che vengono completati i rilievi. Interessante l’ubicazione del sito, all’epoca in posizione periferica rispetto alle mura cittadine e posto lungo l’antica Flaminia. La cinta muraria, in epoca romana (la prima colonia è datata 184 avanti Cristo, la costruzione della via Flaminia è di qualche decennio precedente) aveva la solita forma quadrangolare, con gli angoli in corrispondenza dell’attuale Rocca Costanza, dell’arco della Ginevra, dell’incrocio tra via Caligarie e via Mazza e delle scuole Carducci.

Il cantiere, di proprietà della Prospettika srl (il nome scelto, Villa Flaminia, è in qualche modo evocativo), ha subìto l’inevitabile interruzione dei lavori. L’impresa edile si è messa subito a disposizione della Soprintendenza e spera ovviamente che la pausa non si protragga a lungo. Il ritrovamento rimanda a un’altra importante scoperta, quella della necropoli picena di Novilara, con oltre cento tombe (con tanto di arredi funerari) emerse durante i lavori per la terza corsia dell’autostrada e i cui primi scavi risalgono all’800.

 



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Delitto di Natale, il padre: "Vienimi a prendere, mi ha chiesto...ma sono arrivato troppo tardi" Successivo Incidenti stradali, morta 19enne