‘Una vita da social’: ecco tutti i premiati

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Macerata, 11 maggio 2015 – Si è conclusa con successo la manifestazione “Una vita da social” (FOTO) che ha coinvolto gli studenti delle scuole secondarie di 1° grado della provincia di Macerata nella storica e prestigiosa location dell’Aula Magna dell’Università di Macerata , a testimonianza che il nuovo e l’innovazione non possono non avere radici antiche e che nulla nasce per caso ma trova origine nell’impegno e nello studio radicato ed elaborato. La manifestazione ha visto, infatti, la premiazione degli autori delle opere letterarie artistiche e dell’ingegno tra gli studenti delle scuole secondarie di 1° grado “Mestica”, “Dante Alighieri”, “Leopardi” e “Fermi” di Macerata.

Sono stati premiati per le categorie ‘opere letterarie’Marta Cicconi 3D istituto comprensivo Dante Alighieri- Insegnante referente Simonetti; Chiarastella Battistelli 1A istituto comprensivo “E.Mestica”; Alice Sanangelantoni 3D istituto comprensivo Dante Alighieri – Insegnante referente Simonetti

Categorie arti figurative e opere multimediali: Caterina Grassetti, Emanuela Morelli, Alessia Valeri – 3F Scuola Dante Alighieri – Insegnante referente Vecchioni; Nicolò Silvestrini – 3D Scuola Dante Alighieri – Insegnante referente Vecchioni;  Chiara Panzica – 3C Convitto Nazionale Leopardi – Insegnante referente Cinzia Frezzotti; Danilo Barcaglioni e Athittaja Sabpawut – 2E Scuola Mestica – Insegnante referente Calabrò

La commissione intende segnalare la qualità di altri lavori, quali: per la cura nell’approfondimento dei contenuti: Sergio Regnoli e Nicolas Damiani 3C – Scuola Mestica – Insegnante referente Carmela Calabrò; per l’originalità e creatività espressive Jacopo Mariucci, Francesco Marconi e Matteo Pulita – 3C Scuola Mestica – Insegnante referente Carmela Calabrò; per la pertinenza e l’impegno Alessia Calcaterra – 3D Scuola Dante Alighieri – Insegnante referente Vecchioni perché “fare rete in classe è vincente” Mohamed Amin Baazaoui, Nicollò Baldelli, Hafs Cherqaoui, Lorenzo Compagnucci, Antonio Di Staso, Irene Francioni, Maria Giannoni, Sara Giustozzi, Jeffry Yostin Huayhuapuma Cuaresma, Drita, Kadrija, Elena Massini, Francesco Pianesi, Eleonora Pierluigi e Alin Marian Ursu – 1° Scuola Fermi –

Perché “l’essenziale è visibile agli occhi” Martina Salvatori – 3B Convitto Nazionale “Leopardi”- Insegnante referente Cinzia Frezzotti; Nr.1 Mouse Manhattan basic; Nicole Moretti – 3A Convitto Nazionale “Leopardi” – Insegnante referente Cinzia Frezzotti Nr.1 chiave usb Kingston 16 gb data travel se9. 

Erano numerosi i lavori pregevoli e molti avrebbero meritato di acquisire un riconoscimento, la commissione ha ritenuto premiare quelli che hanno apportato contributi di originalità sia nei contenuti che nelle forme espressive, che hanno dimostrato sforzi di approfondimento e competenze, che hanno introdotto spunti di riflessione, che hanno rivelato senso dell’umorismo e comunicato leggerezza nella forma espressiva, pur nel raggiungimento dell’obbiettivo cui era finalizzato il concorso. All’incontro hanno partecipato, per le introduzioni ed un gradito saluto: il Magnifico Rettore dell’Università di Macerata, prof. Luigi Lacchè, S.E.R. Mons. Nazareno Marconi, Vescovo delle Diocesi di Macerata, Tolentino, Recanati e Cingoli. Sono intervenuti il dott. Gianni Giuli direttore Ddp di Macerata, il dott. Michele Spagnuolo presidente dell’associazione Pindaro di Macerata, la dott.ssa Cinzia Grucci dirigente del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni di Ancona, il dott. Massimiliano Stramaglia docente presso l’Università di Macerata, che hanno parlato dei rischi di dipendenza da scorretto uso della Rete,condotte devianti in Rete e loro conseguenze e l’etica nella comunicazione e nell’uso del “social media”.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Incursione notturna nella casa di Aguzzi I cani da caccia mettono in fuga tre ladri Successivo Buchi sopra l’acqua: la colonia dei gruccioni del Foglia