Urbino, famiglie evacuate in campagna per le esondazioni

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Urbino, 6 febbraio 2015 – Frane in tutto il territorio ed esondazioni di torrenti: 2 famiglie sono state evacuate dalle loro abitazioni in via Fornace a Miniera per lo straripamento dell’Apsa.

I problemi più grandi alla viabilità sono stati costituiti dall’acqua dei corsi d’acqua che è uscita dagli argini: a Miniera 2 famiglie sono state salvate dai mezzi anfibi dei Vigili del fuoco dopo che l’acqua era entrata nelle case, Luigi Concordia ha avuto gli scantinati allagati, mezzi per i lavori domestici distrutti e soprattutto 15 conigli e polli annegati; a Pantiere, via Tombari è stata chiusa perché allagata e i tecnici del Comune di Urbino con la Protezione Civile hanno continuato a monitorare il livello del fiume per chiudere eventualmente il ponte di collegamento con la provinciale.

E’ stato chiuso il ponte di Ca’ Girone, vicino al centro Cras della Provincia. Sul versante frane, si contano quella di Pieve di Cagna, in località Sbragia, dove una famiglia è isolata, a Pallino, anche sulle Cesane.

Nel territorio di Urbino «la viabilità è stata compromessa da un continuo di allagamenti e frane – spiega Lazzaro Spadoni, responsabile del Servizio Manutenzione del Comune –. La questione grave è stata anche quella della Provinciale dal ristorante il Crinale che è stata chiusa. Nella strada di Pieve di Cagna verso Peglio, il torrente è sempre vicino».

Ci sono state poi frane a Ca’ Raniero, San Giovanni in Ghiaiolo e in altre zone.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente 15enni in fuga amore, erano nelle Marche Successivo FABRIANO - TROCCHETTI, ACQUA ANCORA NON POTABILE