Va a casa dell’ex con un coltello: calci e schiaffi a lei, il rivale scappa e dà l’allarme

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

San Severino (Macerata), 11 settembre 2015 – Irrompe a casa della sua ex, armato di un grosso coltello da cucina, mentre è in compagnia del nuovo compagno. Minaccia i due, si accanisce contro la donna trascinandola per i capelli e colpendola con calci e schiaffi. Ruba il portafogli e il cellulare del fidanzato e scappa. Per poi andare a giocare a calcetto come niente fosse. È successo ieri verso le 20.30 a San Severino.

E lo stalker, un operaio 37enne del posto, è finito ai domiciliari. Dopo una relazione sentimentale durata quattro anni i due si erano lasciati, ma lui non riusciva a rassegnarsi. Ha iniziato a perseguitare la donna rendendole la vita impossibile. Ieri sera la vicenda dell’ex coppia è gravemente degenerata.  Dopo quattro mesi dalla chiusura del rapporto, l’uomo ha fatto irruzione passando dalla finestra, mentre lei era in compagnia del nuovo compagno, un 45enne di Civitanova. 

Ha iniziato a minacciare i due fino a quando quest’ultimo è riuscito a scappare in strada e dare l’allarme. L’operaio però ha continuato accanendosi sulla donna colpendola con calci schiaffi e trascinandola per i capelli, fino a procurarle lesioni giudicate guaribili in 15 giorni. Soltanto quando  si è reso conto che ormai sarebbero giunti i carabinieri, si è deciso a desistere e a scappare. Nella fuga ha anche rubato il portafogli e il telefonino del nuovo uomo della donna. Immediato l’intervento dei carabinieri di Tolentino e San Severino i quali, raccolti i primi elementi si ponevano alla ricerca dello stalker.

È bastato poco per rintracciarlo. Infatti, come se nulla fosse, si stava accingendo a prendere parte ad una partita di calcetto. All’arrivo dei militari ostentando sicurezza e, al tempo stesso, stupore fingeva di non capire le ragioni per le quali i militari si erano  rivolti proprio a lui. Ma la sua messa in scena è durata pochissimo. Non è stato necessario infatti nemmeno giungere in caserma che l’uomo ha condotto i militari nel posto dove aveva nascosto il coltello con il portafogli e il telefonino rubati al rivale in amore.  L’operaio è stato arrestato e posto ai domiciliari come disposto dal pm di turno. Il coltello è stato sequestrato, mentre il portafogli e il telefonino sono stati restituiti al proprietario.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente A Comuni non amianto, ma polvere vetro Successivo San Severino, minaccia la ex col coltello e la prende a calci e schiaffi: arrestato