Valle del Forno, la strada perde i pezzi

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

San Benedetto (Ascoli), 4 settembre 2014 – Per la serie ‘Strade Pericolose’, quella che da San Benedetto porta verso Acquaviva, passando per la Valle del Forno, da cui prende il nome, è sicuramente una di esse. Subito dopo il viadotto dell’autostrada A14 c’è una frana nel bel mezzo di una curva che volge a destra, per chi sale, che è in quello stato dal 2011. E’ stata transennata nel punto in cui attraversa il pontino del fosso e abbandonata in quello stato, mentre pezzi di cemento e di asfalto continuano a staccarsi e la sede stradale a scivolare verso valle.

C’è voluto diverso tempo per capire se la competenza della manutenzione è del Comune o della Ciip e alla fine è stato stabilito che sarà l’amministrazione comunale a fare il progetto e a affidare l’incarico alla sistemazione a una ditta privata. Il Comune, Ufficio Manutenzione, ha eseguito i rilievi, ha predisposto un preventivo che è stato finanziato, almeno così ci è stato riferito da addetti ai lavori e l’opera sembra essere inserita nella lista delle priorità affidata alla ditta Dimensioni scavi. Trattandosi di tre anni che attende di essere messa a posto, la formula dubitativa è d’obbligo.

Andando più a monte di alcune centinaia di metri, ci s’imbatte in un’altra situazione comica. Sempre sul margine destro della carreggiata, per chi sale, da anni c’è una voragine, accanto a un tombino, che è stata segnalata (si fa per dire) e riempita con una vecchia poltrona per evitare che qualcuno vi possa sprofondare. Fino a qualche tempo da fa c’era anche un vecchio materasso posto a protezione del buco con l’invito, scritto a pennarello, di non toglierlo, ma qualcuno ha deciso di portarlo via. Anche questo lavoro sembra essere inserito nella lista di priorità. Vedremo. 



Precedente Falconara: scontro in campo, paura per un trentenne Successivo La proposta di Spacca: "Stabilimenti balneari aperti tutto l'anno"