Vandali abbattono la recinzione del cantiere

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Porto San Giorgio, 29 settembre 2014 – Fontana riempita di detersivo e quindi colma di schiuma e recinzione del cantiere abbattuta: questo il campo di battaglia della loro ultima notte brava. Evidentemente sono sicuri di farla franca i delinquentucci di casa nostra che in maniera vigliacca si fanno scudo del buio della notte per dare sfogo ai propri istinti repressi danneggiando strutture pubbliche e private.

Le notti prescelte quelle dei fine settimana. Sabato scorso hanno preso di mira la fontana ubicata immediatamente ad ovest dell’area ex Grand Hotel e, per la seconda volta nel giro di una settimana, con il cantiere aperto nella stessa area ex Grand Hotel per costruirvi la piazza. Nella fontana hanno gettato tanto detersivo che, rimescolato dai zampilli dell’acqua, ha generato una montagna di schiuma da coprire quasi per intero la grande vasca. Per quanto riguarda il cantiere, contrariamente ad una settimana fa, pare che non abbiano danneggiato i mezzi di lavoro, ma si siano limitati ad abbattere la recinzione, nella parte ovest dell’area, proprio vicino alla fontana. Il che potrebbe far pesare si sia trattato della stessa mano, nel caso della fontana se vogliano meno violenta anche se bisognerà verificare se si siano verificati danni al sistema di alimentazione della vasca.

E’ difficile fare ipotesi: azioni di un vandalismo fine a se stesso, oppure atto di sabotaggio nei confronti di opere pubbliche e quindi contro l’amministrazione comunale? Questa seconda ipotesi potrebbe essere suffragata dal fatto che ci si accanisca con il cantiere. Il sindaco Loira è visibilmente amareggiato. “E’ triste ed avvilente – commenta -: per la fontana si potrebbe pensare ad uno scherzo, non altrettanto per l’assalto al cantiere. Certo è che non aiuta il clima causato dalle tante polemiche che accompagnano la realizzazione di un’opera pubblica. In ogni modo il cantiere andrà avanti e senza rallentamenti. Ci conforta la consapevolezza che la stragrande maggioranza dei sangiorgesi approva che si costruisca la piazza recuperando un’area strategica sul lungomare centro, qual è quella dell’area ex Grand Hotel, dopo 40 anni di abbandono e degrado”.



 

Precedente "Ricette all’italiana" di Davide Mengacci approda ad Amandola Successivo Fabriano, stagione teatrale di calibro, Ferilli e Preziosi