Vecchioni, Negrita, Silvestri. Il triplete del sabato sera

Vecchioni Negrita Silvestri

Terno secco sulla ruota dei concerti. Vecchioni, Silvestri e Negrita sul palco del sabato live. Il prof della canzone d’autore questa sera di scena al Palatriccoli di Jesi con “Il mercante di luce tour”. Mentre Daniele Silvestri è già sold out al teatro La Fenice di Senigallia. I Negrita, invece, sono pronti ad infiammare il Mamamia con il nuovo tour nei club. E in una sola serata la musica segna il triplete vincente. Proposto su scala nazionale, il tour di Roberto Vecchioni vedrà la presenza di uno dei più grandi cantautori del panorama italiano di ieri e di oggi, nelle più importanti location del Paese, che sarà sublimato da Nord a Sud dalle straordinarie melodie che il cantautore ha saputo comporre nel tempo. “Il mercante di luce” è innanzitutto un romanzo che Vecchioni ha pubblicato recentemente. E, come il protagonista del suo libro, canzone dopo canzone, nello spettacolo, l’artista saprà far dono della luce che illumina il suo animo sensibile. Esaltando e facendo condividere valori universali quali l’amore, la passione, la bellezza. Tratteggiati con la sapienza, la cultura e la raffinatezza che gli sono propri. (Inizio concerto ore 21,30.). Tutto esaurito, invece, per Daniele Silvestri che sarà di scena a La Fenice di Senigallia con il tour del nuovo album “Acrobati”. Il disco è nato a Lecce nello studio “Posada Negro” di Roy Paci ed è stato descritto da Silvestri come un disco atto a «raccontare storie che portassero l’ascoltatore il più possibile altrove», ha spiegato lo stesso Silvestri. Quindi come un lavoro più poetico che politico. Hanno preso parte alle registrazioni diversi artisti tra cui Caparezza (in La guerra del sale), Diodato, e Roberto Dell’Era degli Afterhours. Il primo singolo, dal titolo “Quali alibi”, è uscito a gennaio (Inizio concerto ore 21). E dopo otto arene gremite durante la scorsa primavera, e un lungo tour estivo che ha percorso tutto lo stivale, i Negrita tornano on the road con una scaletta davvero dirompente, dove troveranno spazio i brani dell’ultimo album “9” miscelati alle hits di una carriera che copre oltre 20 anni di storia. Il titolo del disco non rappresenta altro che il nono album pubblicato dalla band, dal 1994 ad oggi. Registrato al Grouse Lodge di Rosemount, nell’Irlanda del Nord, e masterizzato da Ted Jensen allo Sterling Sound di New York, l’album è stato anticipato dal singolo “Il gioco”, pubblicato un anno fa. Sono seguiti altri tre singoli estratti dallo stesso disco. E il tour nei club si annuncia intenso, carico di energia ed emozioni.

Notizia riferita Andrea Maccarone © RIPRODUZIONE RISERVATA IL MESSAGGERO

IL BORGHIGIANO IL BLOG DI FABRIANO E DELLE MARCHE

Precedente Nicola Solustri, in migliaia al funerale del 15enne. Le foto Successivo Urbania, precipita in un burrone Il 118 salva motoalpinista fanese