Ventenne morto nello schianto, la famiglia: «Sei il nostro angelo»

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Muccia (Macerata), 5 novembre 2015 – Centinaia di persone, tra cui tantissimi giovani, hanno salutato per l’ultima volta questa mattina Devid Forti, il ventenne di Muccia che martedì mattina ha perso la vita nell’incidente avvenuto lungo la Superstrada 77, tra Belforte e Tolentino. Il funerale del ragazzo si sono svolti nella piccola Chiesa dedicata alla Madonna che si trova nella frazione di Costafiore, vicina all’agriturismo gestito dalla sua famiglia. La funzione è stata celebrata da Don Gianni, parroco di Mucca, e don Roberto. «E’ difficile parlare di fronte ad un dolore così straziante – ha detto durante l’omelia Don Gianni – Devid era un ragazzo sereno, gioviale, dedito alla famiglia che tanto amava, al lavoro e alla natura. Il nostro dovere ora è quello di reagire al dolore con positività. Devid con la sua morte ci richiama che la vita va vissuta a pieno, che bisogna trovare sempre, soprattutto nei momenti difficili, l’origine della speranza e la radice della contentezza, perché la vita è un fatto positivo». Tutta la comunità si è stretta intorno al dolore della famiglia di Devid, del padre Maurizio, della madre Angela, dei due fratelli minori e della cara nonna. Una tragedia che lascia inevitabilmente attoniti, anche per le fatali dinamiche dell’incidente che non ha lasciato scampo al ventenne. Devid viaggiava sulla Superstrada e si stava recando ad Ancona, per le lezioni universitarie. Intorno alle 8,30 ha perso il controllo della sua Fiat Panda che è stata trafitta dal guardrail sul lato destro della carreggiata. Il ventenne nel violentissimo impatto ha perso la vita. «Ciao nostro caro angelo – le parole di un cugino di Devid alla fine della funzione – è difficile trovare le parole per salutarti. Eri un ragazzo speciale, dall’animo limpido. Hai saputo trasmetterci la tua spontaneità e la tua bontà. Con grande senso del dovere ti prendevi cura dei tuoi fratelli e accudivi con amore i tuoi nonni. Sarà impossibile dimenticarti». Dopo la funzione il corteo funebre si è mosso dalla frazione di Costafiore fino al cimitero cittadino di Muccia, dove è stato sepolto il feretro.

Elenora Conforti

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle

Precedente Ancona, via I Maggio come un circuito ma spunta la polizia, ventenne nei guai Successivo Cingoli, tamponamento in autostrada muore a 34 anni figlio di musicista