Ventotto rifugiati a San Lorenzo, il sindaco Dellonti: "Ce li hanno imposti"

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

San Lorenzo in Campo (Pesaro), 7 novembre 2014 – Ventotto stranieri richiedenti asilo politico sono arrivati giovedì sera a San Lorenzo in Campo e sono stati sistemati dal personale dell’associazione ‘Incontri per la democrazia’ al residence Borgo Roncaglia. Si tratta di cittadini di Bangladesh, Sudan, Ghana, Gambia, Niger ed Etiopia, provenienti da un centro accoglienza del sud Italia. «La notizia del loro arrivo – dichiara il sindaco Davide Dellonti, decisamente contrariato – l’abbiamo avuta con una mail della Questura lo stesso giorno: giovedì, verso le 12. Si specificava dello sbarco all’aeroporto di Falconara di 30 stranieri, due dei quali sono stati accompagnati nei centri di Fano e di Pesaro. Letta la mail – prosegue Dellonti – ho scritto immediatamente al prefetto per esprimere contrarietà al trasferimento, ma la procedura è andata avanti. Ieri mattina per prima cosa ho avvertito la cittadinanza e poi, insieme all’assessore Ernesto Tiberini, mi sono recato in prefettura. Qui abbiamo avuto ampie rassicurazioni su questioni molto importanti come la sicurezza e gli aspetti sanitari.

Nel periodo della loro permanenza sarà rafforzato il controllo del territorio con personale dei carabinieri e della questura. Inoltre, su queste persone, già controllate a livello sanitario durante il periodo che hanno trascorso nel sud Italia, dove sono arrivate circa due mesi fa, saranno effettuati accertamenti anche nelle prossime settimane, con analisi ogni quindici giorni. Il Comune – aggiunge Dellonti – sta subendo questa decisione e quando ha potuto ha espresso sempre parere negativo. Vogliamo sottolineare, poiché circolano voci male informate, che la permanenza di questi cittadini, comunque, non ha e non avrà per il Comune nessun costo. Detto ciò, non condividiamo affatto che in un paese delle nostre dimensioni (di 3.400 abitanti, ndr) si siano fatti arrivare ben 28 stranieri. Per informare dettagliatamente i nostri cittadini sulla questione abbiamo organizzato per martedì alle 21 in sala consiliare un’assemblea pubblica”.

 



 

Precedente Siringhe insanguinate abbandonate vicino alla scuola elementare Successivo Ex A. Merloni,attivare Accordo programma