Vicenda acque magiche, il gup: "Non ci fu truffa"

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 16 gennaio 2015 – Condannata ad appena 400 euro di multa per l’esercizio abusivo della professione medica, ma assolta dall’associazione a delinquere e dalla truffa la dottoressa Enza Ciccolo, indagata nel febbraio 2012 nell’ambito dell’inchiesta ‘Acque Bianche’ per i trattamenti a base di acque sante (di Lourdes e di altri santuari mariani) che consigliava ai clienti del suo centro per il riequilibrio.

La figlia Cinzia Valente, sua collaboratrice, è stata invece condannata a 300 euro di multa per esercizio abusivo della professione medica ed assolta dagli altri capi di imputazione. Assolti anche i tre collaboratori. Il Gup Paola Moscato ha anche disposto il dissequestro dello studio della dottoressa agli Svarchi di Numana.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Offre cento euro ai carabinieri ​per evitare il ritiro della patente Successivo Mons. Menichelli presidente Cem