Vietato fermarsi a contrattare con le prostitute: multe da 400 euro per cinque clienti

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Senigallia (Ancona), 31 ottobre 2014 – E’ costato caro a cinque automobilisti essersi fermati lungo la statale Adriatica per concordare prestazioni con le prostitute. Incappati nei controlli congiunto messi in atto l’altra notte dalla polizia e dai vigili urbani, i clienti dovranno pagare una sanzione di 400 euro per violazione al regolamento comunaleIl regolamento vieta infatti la sosta per concordare non solo prestazioni sessuali con le lucciole; è anche vietato fermarsi solo per chiedere informazioni.

Nei confronti delle prostitute trovate con i potenziali clienti e per le altre controllate, è scattata invece una multa di 50 euro. Il servizio da parte degli agenti del Commissariato e della polizia municipale, è stato attuato appunto per contrastare il fenomeno della prostituzione su strada, verificando le violazioni al regolamento di polizia locale. Per il resto infatti come è noto, la prostituzione non è reato. L’attività di controllo ha riguardato i luoghi in cui sono presenti le prostitute, soprattutto dell’est Europa, lungo il tratto di statale Adriatica che attraversa la città. Da Cesano a Marzocca, passando per via Sanzio, via Podesti ed il Ciarnin dove la presenza di lucciole è sempre numerosa.

Durante il blitz, sono state fermate e controllate una decina di giovani in atteggiamento inequivocabile ed abbigliamento succinto. Particolarmente imbarazzante per gli automobilisti fermati, l’essersi trovati davanti gli agenti ed i vigili urbani che hanno aspettato proprio che venissero attuati comportamenti compromettenti, prima di intervenire. I clienti, al momento della identificazione e contestazione della pesante sanzione amministrativa hanno cercato di giustificarsi sostenendo di essersi fermati casualmente soltanto per chiedere informazioni; altri hanno riferito di essere stati a loro volta fermati dalle lucciole sul ciglio della strada. Tali servizi, che proseguiranno costantemente nei prossimi giorni, si concentreranno proprio sulla repressione dei comportamenti che contrastano con gli obiettivi della sicurezza pubblica e di quella urbana.



 

Precedente Stalking, 24enne arrestato tre volte in un mese Successivo Senigallia, tenta di uccidersi con il monossido: salvato dai carabinieri