‘Viribus Unitis’, in tre non rispondono al pm

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Pescara, 4 settembre 2015 – Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere, questa mattina nel carcere di Pescara, tre degli otto arrestati nell’ambito dell’inchiesta ‘Viribus Unitis’, che conta complessivamente 21 indagati, accusati a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata alla frode fiscale e alla bancarotta fraudolenta per distrazione, e di una serie di altri reati fiscali, societari e ambientali. Nell’ambito della stessa inchiesta, condotta dalla Procura di Chieti, è stato disposto il sequestro preventivo del Tortuga, noto locale della riviera pescarese, di altre 47 unità immobiliari e di 43 rapporti bancari.

A scegliere la linea del silenzio, davanti al gip della procura teatina, sono stati Mauro Mattucci, 59 anni, noto imprenditore di Montesilvano (Pescara), Giuliano Capurri, 55 anni e Antonio Gentile, 59 anni, entrambi di Montesilvano. Lunedì saranno ascoltati gli altri cinque arrestati, che si trovano ai domiciliari, ovvero Marco Mattucci, 37 anni, Vincenzo Misso, 50 anni, Nando Di Luca, 32 anni, Carla Cameli, 58 anni e Valerie Laurence Lighezolo, 48 anni.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Omicidio Sarchiè, Sos Italia, indennizzo Successivo Teramo, altra porta in faccia: resta un ultimo ricorso ma per l’Ascoli è ormai serie B