Vis, la dura legge del gol premia il Matelica

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 6 dicembre 2015 – Alla Vis Pesaro serve a poco giocar bene. Nel calcio conta fare gol e la gara di Matelica esprime in pieno la regola. Il Matelica il gol lo trova col suo uomo più rappresentativo, Vittorio Esposito, a metà ripresa. La Vis invece non riesce a far male. L’unica distrazione (difesa scoperta su un lancio per il fantasista) costa la partita: Esposito mette giù il pallone, penetra in area e infila Venturi con un destro a giro.

Fin lì gara molto equilibrata, con la Vis forse anche migliore nella fase di possesso ma mal collegata con l’attacco, per via dei soliti problemi. Il rammarico più grosso è in un rigore negato a Fabbri in avvio di gara (percussione e atterramento). Ma è anche vero che i biancorossi raramente si sono resi pericolosi (nel primo tempo solo con un colpo di testa di Tombari su angolo) e non ci sono riusciti neanche dopo essere andati sotto, e neppure con gli ingressi dei nuovi Candelori e Ale Rossi e di Falomi.

La Vis rimane ultima a braccetto del Giulianova. E domenica al Benelli c’è lo scontro diretto. Mister Pazzaglia ha detto che in caso di mancata vittoria con gli abruzzesi si dimetterà.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Malore prima della partita: tifoso finisce all’ospedale Successivo Il Borghigiano - Di chi è il compleanno?.....