Vuelle cade a Cantù, sorpasso Caserta

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Cantù (Como), 3 maggio 2015 – Alla fine è andata come molti temevano. Caserta ha scavalcato Pesaro e ora punterà direttamente alla restituzione del punto di penalizzazione, martedì, alla camera di conciliazione del Coni.

D’altra parte la squadra di Vincenzino Esposito e Giacomo Baioni è in gran forma e si presenterà domenica all’AdriaticArena con tutta l’intenzione di chiudere i conti con una vittoria.

Dall’altra la Consultinvest, sconfitta nettamente nel finale a Cantù per 83-67, dopo aver tentato di recuperare nel terzo quarto lo svantaggio accumulato nella prima metà del match.

Settima sconfitta consecutiva e ormai i biancorossi sono oltre il ciglio del baratro. Per la salvezza è rimasto solo lo scontro diretto con la Pasta Regia Caserta di domenica 10 maggio.

Da vincere a tutti costi con questa classifica e con addirittura 8 punti di vantaggio nel caso di restituzione, martedì, del punto di penalizzazione ai campani.

Ovviamente a Caserta già si sono organizzati per un vero e proprio esodo, mentre a Pesaro si prenderà in considerazione i problemi di ordine pubblico solo da domani. Sperando nello stellone.

Del match di Cantù, poco da dire. Non c’è nemmeno bisogno di una super prestazione dei lombardi e della loro stella Metta World Peace. Si capisce dopo poco la differenza tra le due panchine.

E la grande prestazione di Lorant (20 punti e 4/6 da 3 e 6 rimbalzi), più quelle dignitose di Judge (15 punti e 9 rimbalzi) non sono sufficienti a compensare la domenica negativa di Wright e Ross. In questa maniera Pesaro non può vincere da nessuna parte. Nel contempo Caserta distrugge Reggio Emilia (75-65 alla fine, ma 47-28 a metà gara). E Pistoia, che pure domenica scorsa ha espugnato l’AdriaticArena, crolla in casa con Varese. Così è…



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Per orientare i turisti ad Urbino arrivano i QrCode Successivo Ancona, rogo in una palazzina I vicini danno l'allarme