Vuelle molto combattiva, ma va ko contro la Lokomotiv

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Olbia, 7 settembre 2014 – Una banda di ragazzini, talvolta ingenui ma sempre combattivi, che saprà farsi apprezzare. E’ questa la sensazione primaria che lascia la prima uscita della baby-Vuelle contro un colosso europeo come il Lokomotiv. Kuban fa l’Eurocup ma ha un budget da Eurolega, si racconta che abbia rifiutato un buy-out di un milione e mezzo di dollari dal Cska Mosca per Brown, che percepisce un ingaggio da due milioni a stagione. Numeri che danno l’idea della differenza che passa tra le due compagini.

Ma Pesaro esce a testa alta dal confronto: si piega, come sul -20 accumulato al 26’ (60-40) ma non si spezza, vincendo l’ultimo quarto con un Myles implacabile. Il primo americano firmato dallo staff biancorosso chiude con 21 punti e un 6/9 nelle triple che indicano già l’uomo al quale Dell’Agnello potrà affidare i palloni che scottano. Condizionata dai falli, la partita di Williams e Judge, già con due lampadine accese dopo pochi minuti: nella mischia finiscono così anche Basile, che si fa rispettare, e Ingrosso, che paga dazio contro i centimetri di Zhukanenko.

Dopo un primo quarto equilibrato in cui brilla un positivo Crow, in quintetto al posto di un Reddic ancora molto indietro, i russi danno la prima spallata approfittando delle rotazioni altrui: sul -11 è Myles, con due siluri di fila, a riacciuffare gli avversari (33-31 al 17’), poi qualche palla persa di troppo e la truppa di Bazarevich scava di nuovo un solco prima dell’intervallo.

Terzo quarto difficile, in cui si fa vedere finalmente Ross, reduce da una brutta influenza: a volte “Q” pecca di superficialità (7 perse!), ma la stoffa c’è ed i suoi 7 punti consecutivi tengono a galla la squadra. Dopo la sbandata, nell’ultimo periodo i biancorossi mordono in difesa: tanti anticipi che producono contropiedi e lo scarto con cui si esce dalla sfida è dignitoso. Per essere la «prima» non è andata poi così malaccio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

IL TABELLINO

Lokomotiv-Consultinvest 85-78

LOKOMOTIV KUBAN: Delaney 16, Randolph 10, Grigoryev 12, Brown 12, Bogdanov ne, Miles 6, Kolyushkin ne, Balashov 5, Voronov 4, Zubkov 11, Zhukanenko 5, Kurbanov 4. All. Bazarevich.

CONSULTINVEST PESARO: Williams 12, Ross 16, Myles 21, Basile 5, Musso 6, Raspino 2, Judge 5, Ingrosso, Crow 9, Reddic 2, Tortù. All. Dell’Agnello.

Arbitri: Sardella, Taurino e Paglialunga.

Note – Parziali: 21-16, 44-31, 66-52. Tiri liberi: Lok. 19/33, Cons. 20/26. Tiri da 3: L. 8/16, C. 12/25. Usciti per falli: Kurbanov. Antisportivo a Reddic. Tecnico a Kurbanov. Spett. 300.



Precedente Ancona, morto il paziente che si era dato fuoco nel letto dell'ospedale Successivo "I commercianti? Prima si facciano eleggere..."