‘We Pesaro’, un city brand che rimanda un po’ a New York

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 7 dicembre 2014 – UN CUORE ROSSO, rovesciato. «Perché siamo una comunità». E la scritta ‘We Pesaro’. «Dove ‘we’ sta per noi, in inglese, perché dobbiamo attirare anche gli stranieri». Un cuore rosso, ma che all’occasione diventa il profilo di Rossini se si parla di musica, un pallone da basket se si parla della pallacanestro, una bicicletta se si parla di bicipolitana, Tonino Benelli per le moto, il lungomare, Il San Bartolo così via». Un progetto pensato e ideato da Cristiano Andreani di The Garage Creative Studio.

È questo, un cuore ‘girato’, il nuovo city brand, l’immagine che dovrà rappresentare la città in Italia e all’estero e che dovrà attirare i turisti da ogni parte. «Questo è solo un pezzo della strategia – dice il sindaco Matteo Ricci –, perché c’è ancora tanto da lavorare, ma la città ha capito che stiamo facendo sul serio. Stiamo costruendo un pezzo nuovo di economia, perché la città che c’era prima della crisi non esisterà più. Continueremo a puntare sulla manifattura, ma dobbiamo anche inventarci qualcosa di nuovo». Come quando si è inventato la stagione lunga perché pioveva. «Abbiamo acceso i riflettori su Pesaro, abbiamo fatto capire che puntiamo sul turismo». E anche l’idea di un brand che faccia riconoscere Pesaro ovunque: «Perché – dice Ricci – digitando il nome della nostra città su google, viene fuori di tutto. Noi vorremmo mettere ordine, collegare i tantissimi temi, dallo sport alla cultura, che caratterizzano Pesaro, per cercare di attirare il più possibile con le tante attrattive che abbiamo». Poi la solita tiritera: «Dobbiamo uscire dal provincialismo. Dobbiamo raccontare chi siamo, la nostra storia».

IL PUNTO È: piace, questo logo? «Se piace è merito mio, se non piace è colpa dell’assessore Belloni», ride il sindaco. All’inizio si resta un perplessi, lo stesso Ricci ha ammesso che appena visto sollevava dubbi che l’ideatore del logo gli ha tolto. Ma nel web è già aperto il dibattito soprattutto su quel cuore che rimada direttamente a “I love New York”.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Quattro anni di successi, il Coni premia i magnifici 43 Successivo Pergola, il Comune ricorre al Tar contro l’Imu sui terreni agricoli