WHIRLPOOL, INVITA I SINDACATI A FIRENZE. LA RISPOSTA: «NON CI SAREMO»

whirlpool
– FABRIANO – Nel frattempo tra dipendenti e azienda è ‘muro contro muro’
IL MURO contro muro tra la Whirlpool e i sindacati è sempre più netto sul piano industriale da 2060 esuberi in Italia di cui 480 nella sola Fabriano. L’ultima conferma arriva dal rifiuto delle parti sociali rispetto alla convocazione del colosso americano che ha acquistato la Indesit per un incontro in programma giovedì a Firenze. «No a colloqui ‘privati’, ma solo incontri sotto la regìa del Ministero», la secca ribattuta di Fim-Cisl, Uilm.Uil e Ugl che hanno inviato una lettera per annunciare il loro forfait al summit. A questo punto sembra probabile che anche la Fiom-Cgil si accodi e dunque che la prevista riunione vada deserta in una fase in cui il braccio di ferro tra l’azienda e le parti sociali sta registrando la punta massima da quando è iniziata la vertenza lunga ormai un mese e mezzo. Tutto, quindi, lascia presagire che la vertenza si protrarrà ancora abbastanza a lungo, visto che mai come in questa fase lavoratori e sindacati hanno scelto la via della protesta e sembrano intenzionati a portarla avanti in modo compatto fino a quando la holding americana non modificherà sensibilmente il piano industriale. In particolare si chiede con forza di tornare indietro sulle annunciate chiusure dei siti produttivi di Albacina, Carinaro e None, ma la preoccupazione è alta anche per il demansionamento degli uffici direzionali fabrianesi di viale Merloni che verranno spolpati dei top manager tutti portati nella sede di Varese.
IN QUESTO SENSO il problema è legato anche al fatto che la prospettiva per gli uffici fabrianesi a due passi dalla stazione ferroviaria possano essere oggetto di ulteriori tagli e dunque non è affatto casuale la scelta che lo sciopero odierno con Landini si tenga proprio nel piazzale davanti al centro direzionale Indesit mai così in bilico.
FONTE IL RESTO DEL CARLINO -Alessandro Di Marco-
Precedente Colle Infinito, voragine per maltempo Successivo A San Benedetto proseguono i lavori per rifare l'asfalto e coprire le buche