Whirpool-Indesit, Spacca: "Aspettiamo il piano industriale"

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Roma, 19 febbraio 2015 – Oggi si è tenuto a Roma, al Ministero dello Sviluppo economico il tavolo Whirpool-Indesit. All’incontro ha partecipato anche il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca.

“Abbiamo chiesto a Whirlpool il rispetto degli impegni occupazionali e produttivi sottoscritti nell’accordo del 3 dicembre 2013, a difesa dell’occupazione fino al 2018, del rilancio degli investimenti di 83 milioni di euro e della centralità delle Marche nella strategia aziendale del Gruppo. – ha commentato il governatore – La finalità della Regione è di favorire un piano industriale “virtuoso” per l’integrazione tra Whirlpool e Indesit, le cui condizioni sono il rispetto dell’Accordo 2013, la tutela dell’occupazione, delle prospettive produttive della prima azienda industriale delle Marche, del suo vastissimo indotto di Pmi sul territorio. E’ necessario conoscere quanto prima, dunque, il dettaglio del piano industriale di Whirlpool per valutarne le ricadute nelle Marche. Tali elementi non sono stati ancora forniti. Tuttavia è positiva la disponibilità al confronto con le istituzioni e le forze sociali manifestata oggi da Whirlpool: speriamo che si possa esprimere quanto prima anche con fatti concreti e sostanziali”.

“Whirlpool si impegna a presentare un piano industriale definito entro aprile». Lo dice il responsabile elettrodomestici della Uilm Gianluca Ficco. “Whirlpool – spiega Ficco – ha sottolineato la complessità del processo di integrazione, che nondimeno sta procedendo in modo celere e per fasi: si partirà dalla definizione della struttura di vertice, che avverrà già il 24 febbraio».

Il Presidente della Regione aveva già incontrato il 23 aprile 2014, presso la Regione Marche, i vertici Whirlpool (Marc Bitzer, Presidente North America&Emea e Esther Berrozpe, Presidente Emea).

L’Accordo del 3 dicembre 2013 era stato siglato dal MISE, dalle Regioni, dalle forse sociali e dall’azienda, a conclusione di una vertenza relativa alla necessità di avviare un piano di salvaguardia e razionalizzazione dell’assetto aziendale.

Al tavolo di oggi il Presidente della Regione ha ribadito la necessità del rispetto veloce degli altri impegni assunti dal Ministero dello Sviluppo su altre vicende rilevanti per la comunità regionale: semplificazione e proroga veloce dell’Accordo di programma, incontro sulla JP per agevolare la continuità occupazionale e produttiva dell’impresa e dell’indotto.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Agonizzante davanti casa, morta 17enne Successivo Pesca: accordo Piceno Promozione-Polo pesca Marocco