World cup di ginnastica ritmica, spettacolo ed emozioni

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 12 aprile 2015 – Spettacolo ed emozioni nella seconda tappa della World Cup di ginnastica ritmica (FOTO) che si è chiusa dopo tre giorni di gare all’Adriatic Arena di Pesaro con l’Italia che ha conquistato un oro e un argento nel concorso a squadre. Le farfalle azzurre di Emanuela Maccarani, che si stanno preparando ai prossimi mondiali di settembre a Stoccarda, dopo il secondo posto di sabato nel concorso Alla Around dietro alla Russia, si prendono una meritata rivincita nella finale di speciali ai 2 nastri e 6 clavette, salendo sul gradino più alto del podio con un 17,850, irraggiungibile per la Bielorussia (17.350) e Israele (17,250). Proprio Israele segna la sorpresa di giornata vincendo la finale ai 5 nastri, con 16.900, davanti all’Ucraina (16.850) e alla Bulgaria (16.800), con l’Italia che complice qualche piccolo errore finisce quarta con 16,700, mentre la Russia addirittura sesta.

Scontato invece il successo russo nelle quattro finali si specialità con Yana Kudryavtseva che vince gli esercizi «Nastro» e «Clavette», Aleksandra Soldatova che si aggiudica l’esercizio alla «Palla» e Margarita Mamun al «Cerchio». È stata questa settima edizione pesarese una edizione da record con 39 nazioni partecipanti, 330 ginnaste in gara, 800 membri delle delegazioni internazionali, 49 giudici, più di 150 volontari a disposizione del Comitato organizzatore locale, 7.500 spettatori e 4.500 presenze alberghiere, tali da far diventare la World Cup di Pesaro uno degli appuntamenti più prestigiosi a livello internazionale per la ginnastica ritmica. Lo ha confermato nel suo intervento durante la cerimonia d’apertura anche il presidente della Federazione ginnastica italiana Riccardo Agabio. «La Coppa del Mondo di Pesaro vale come un Mondiale – ha detto Agabio – Grazie a un’organizzazione di altissimo livello si colloca tra gli eventi più prestigiosi della ginnastica ritmica internazionale». L’obiettivo è fare sempre di più. Tanto che ora l’Adriatic Arena sogna i Campionati del Mondo.

«Un evento eccezionale: prestigioso e di qualità che ci garantisce un ottimo ritorno in termini economici e promozionali – spiega il presidente di Aspes Luca Pieri – Ma non vogliamo fermarci qui. Ci siamo confrontati con la Federazione italiana e abbiamo avviato le procedure per ufficializzare la candidatura di Pesaro a sede ospitante dei Mondiali di Ginnastica Ritmica del 2018. Non solo. Esportiamo il modello Pesaro in giro per il mondo: con la Federazione internazionale siamo già al lavoro per inserire nel circuito internazionale della Coppa del Mondo una nuova tappa ossia Taiwan. E l’organizzazione sarà affidata a noi».

 



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Osimo, imprenditore con due figli stroncato da un male a 45 anni Successivo IL METEO DI OGGI A FABRIANO E NELLE MARCHE -by il Borghigiano-